Tra Giampaolo e Conte, chi cerca la ribalta è Ferrero

di Valentina Alduini –

Marco Giampaolo è arrivato da poco al Milan ma, per lui, sembra già tempo di respirare aria di derby. Un derby contro il suo presente e futuro e, perchè no, anche uno in cui affrontare il proprio passato. D’altra parte, la piazza di Milano, è una delle più affascinanti ed ambiziose nel panorama calcistico e quindi non c’è da stupirsi. Il gioco si fa subito tosto per il neo allenatore rossonero che, dal canto suo, si è presentato in modo chiaro e schietto. Per rendere bene l’idea, basta pensare al suo motto: “Testa alta e giocare a calcio“. Insomma, un profilo diverso da quello del “cugino” Antonio Conte.

E’ proprio il tecnico nerazzurro uno dei protagonisti dei derby che riguardano Giampaolo. Già, perchè qualche ora prima della conferenza dell’allenatore milanista, è andata in scena quella di Conte. E, in quell’occasione, il leccese ha dichiarato il proprio motto: “Testa bassa e pedalare“.

Dunque, almeno a parole, per ora i due sembrano essere sue due filosofie diametralmente opposte. Tuttavia, nel corso delle rispettive carriere, abbiamo imparato a conoscerli e il loro animo da condottieri è noto. Dichiarazioni a parte, però, il derby tra i due e le rispettive squadre si sposterà sul campo e, in quel caso, si vedrà chi sarà a spuntarla a livello di gioco.

E, a proposito di esternazioni, anche Massimo Ferrero ci ha tenuto a dire qualcosa in merito al Milan e a Giampaolo. Dunque, ecco il derby dell’allenatore rossonero con il suo passato. Durante la conferenza di presentazione di Di Francesco (nuovo allenatore della Sampdoria), Ferrero avrebbe rilasciato delle dichiarazioni un po’ piccanti verso  il suo ex tecnico e la nuova realtà che lo circonderà.

Infatti, Ferrero avrebbe parlato della sua Sampdoria come una grande famiglia contrapponendola ad un Milan paragonato ad un Ministero (cosa che verrebbe anche per l’Inter). Inoltre, avrebbe rivolto un pensiero nello specifico anche a Giampaolo, dicendogli che non sa se sarà così semplice arrivare al Presidente.

Dunque parole, quelle di Ferrero, che assomigliano ad una stoccata verso il suo ex allenatore. Certo, il rapporto tra i blucerchiati e Giampaolo si è chiuso da poco e, perciò, l’atmosfera quasi da derby nei suoi confronti potrebbe starci.

Ma, anche nel caso del suo passato recente, sarà il campo a parlare. Perchè si sa, i derby più stuzzicanti e avvincenti sono quelli vissuti sul campo. E, dal canto suo, certamente Marco Giampaolo vorrà vincere con il suo Milan. Proprio questa sua nuova creatura che, giorno dopo giorno, cercherà di plasmare come più riterrà congeniale e opportuno. Perciò, non resta che attendere impazienti il momento in cui il tecnico rossonero affronterà tutti i suoi avversari, in modo particolare l’Inter di Conte e la Sampdoria di Ferrero.

Please follow and like us:
>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *