Il derby di Istanbul decisivo per la Super Lig turca. Il Galatasaray ospita i rivali del Besiktas. Le due squadre provano ad accorciare sul Basaksehir primo. E intanto il Fenerbahce soffre.

Il derby di Istanbul decisivo per la Super Lig turca. Il Galatasaray ospita i rivali del Besiktas. Le due squadre provano ad accorciare sul Basaksehir primo. E intanto il Fenerbahce soffre.

di Emanuele Landi

di Emanuele Landi –

Mancano 4 giornate al termine della Super Lig. Il campionato turco è più incerto che mai ed a deciderlo potrebbe essere il derby di Istanbul tra Galatasaray e Besiktas. La super sfida della Turk Telekom Arena, tra seconda e terza del torneo lontane solo 3 e 4 lunghezze, sarà il piatto forte del 31esimo turno aperto dal pareggio dell’ Istanbul Basaksehir capolista. La prima della classe, in netto calo nell’ultimo periodo, con soli 5 punti negli ultimi 5 turni, si è scontrata in un pari a reti bianche sul campo di un Sivasspor quasi salvo. Tre in lotta per il campionato mentre la quarta anima di Istanbul, ossia il Fenerbahce, rosica. I gialloblù, infatti, in un campionato anomalo devono lottare per non retrocedere, avendo solo 4 punti dalla terzultima.

Il grande derby del 5 maggio sarà un vero punto di svolta per la lotta al titolo. Si affrontano le due squadre più in forma del campionato turco. I leoni di Fatih Terim, campioni in carica, arrivano con 24 punti nelle ultime 10 partite. Le aquile nere di Şenol Güneş, invece, hanno fatto addirittura meglio: 26 punti su 30 nelle ultime dieci recuperando 13 punti alla capolista in sei settimane. Si affrontano le due squadre della parte europea di Istanbul. Una volta un professore di scienze politiche dell’università di Ankara, l’accademico Kurthan Fişek, disse che la borghesia supportava il Fenerbahçe, l’aristocrazia il Galatasaray e il popolo il Beşiktaş. Ora, invece, si tifa una squadra aldilà dalle proprie origini e dai propri valori.

Parlando di campo mancherà una vecchia conoscenza del calcio italiano. Gary Medel, colonna del Besiktas, non sarà della partita e questo potrebbe essere un problema per gli ospiti. Per i padroni di casa, invece, l’imperatore Terim deve controllare le condizioni di Gumus e Marcao. Sarà un derby comunque dal sapore nostalgico di Serie A. Nagatomo e Muslera tra le fila del Gala contro Quaresma e Ljajic, decisivo su rigore all’andata, del Besiktas. Arbitrerà il turco B. Yildrim questo match spartiacque per il campionato. 346 i precedenti finora e il bilancio è quasi in equilibrio: 121 successi per il Gala, 114 pareggi e 11 vittorie per il Besiktas. Lo scorso anno alla Turk Telekom Arena finì 2-0 per i giallorossi con le reti di Fernando (ex Porto e Man City) e Garry Rodrigues ora trasferitosi all’Al-Ittihad.

Istanbul ha quattro anime, di cui la più recente è quella del Basaksehir. Si tratta di periferia portatasi alla ribalta grazie al calcio. Le rivalità più forti, pertanto, sono tra le tre squadre più famose (Galatasaray, Besiktas e Fenerbahce). Sia per motivi politici che geografici, le prime due, del resto sono nella parte europea mentre la terza nel lato asiatico. Così il derby sarà un crocevia per il titolo: due a contendersi la partita, il Basaksehir a sperare in un pari e il Fenerbahce, quest’anno in caduta libera, a logorarsi per non essere nelle zone nobili bensì a sperare nella salvezza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy