Il nuovo Paco Alcacer di Dortmund: una storia di riscatto fuori dal comune

Il nuovo Paco Alcacer di Dortmund: una storia di riscatto fuori dal comune

Ridimensionato dal Barcellona, si è ricostruito a Dortmund: l’ascesa di Paco Alcacer

di Domenico La Marca

Paco Alcacer ha trovato a Dortmund la sua dimensione, l’ambiente ideale per esaltare le sue incredibili doti realizzative, per le quali ai tempi del Valencia veniva considerato il possibile erede della numero 9 delle “Furie Rosse”.

Come ogni storia anche quella di Paco Alcacer non è stata sempre in discesa, visto che l’attuale centravanti titolare della nazionale spagnola ha dovuto ricostruire la sua carriera dopo l’esperienza di Barcellona, nella quale nonostante i 15 gol in due stagioni ha rischiato di essere etichettato come una delle tante promessa del calcio iberico che sono state in grado di reggere il peso di indossare certe maglie.

L’occasione propizia per Alcacer è arriva nell’estate 2018 con la chiamata del Dortmund di Lucien Favre, che era alla ricerca di una punta delle sue caratteristiche per azionare il suo calcio armonioso ed offensivo.

Alcacer ha ripagato immediatamente la fiducia di Favre e del Dortmund, che negli ultimi anni ha dimostrato di aver un grande fiuto per i centravanti di razza, dalla Westfalia giallonera infatti sono passati Lewandowski e Aubameyang, andando a segno all’esordio contro l’Eintracht Frankfurt, e non fermandosi in più, collezionando ben 21 reti in tutte le competizioni.

Lo spagnolo in questo inizio di stagione sta continuando a viaggiare ad un ritmo infernale, come dimostrano le 5 reti in campionato e le 3 in nazionale, un bottino che vorrà sicuramente rimpinguare nel prossimo impegno di Champions League contro il Barcellona, club che forse non ha mai creduto pienamente nelle qualità di questo ragazzo, e prendersi la sua personale rivincita, facendo rimpiangere la sua cessione anche a chi può contare in attacco su Messi, Suarez e Griezmann e Dembele.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy