mandragora chiesa barella la vera sfida riuscire tenerli italia

mandragora chiesa barella la vera sfida riuscire tenerli italia

di Redazione Derby Derby Derby

di Francesco Quattrone – 

Un trio perfetto, un orgoglio italiano pronto a spiccare il volo. Al futuro della nostra Nazionale, per poter far tornare in alto il tricolore, dopo l’esclusione dal mondiale serve gioventù e talento. Ed ecco su chi bisogna puntare: tre nomi, tre garanzie. Rolando Mandragora, classe ‘97, dell’Udinese; Federico Chiesa, classe ‘97, della Fiorentina e infine Nicolò Barella, anche lui ‘97, del Cagliari.

Una classe quella dei ‘97 che porta bene e soprattutto freschezza e capacità tecniche importanti. Tutti e tre, grazie alle loro prestazioni, sono finiti sui taccuini di importanti club stranieri pronti a fare addirittura follie per assicurarsi questi campioncini con un futuro indirizzato a farli diventare dei veri e propri campioni. Insomma i presupposti ci sono tutti affinché ciò si realizzi e metta di fronte una sfida vera e propria: quella di resistere alle tentazioni che i portafogli delle big di mezza Europa potrebbero mettere sul tavolo e, di conseguenza, l’’impotenza di reagire e lasciare andare dei prezzi pregiati. Fiorentina, Cagliari e Udinese di certo non potrebbero dire di no ad eventuali importanti cifre.

L’Arsenal monitora attentamente Barella su cui c’è anche l’Inter, mentre la Juve si inserisce per Chiesa, ma non è la sola, si potrebbe aprire anche un derby tra club italiani nella prossima sessione di mercato. Su Mandragora sirene anche  dalla Premier League. Sarebbe un bene per tutti se i nostri giovani restassero nel nostro campionato perché c’è il rischio di andare fuori e perdersi per strada, non bisogna nasconderlo, uscire dal “giro”, problema di ambientarsi con un’altra realtà e di certo non farà bene all’Italia di Roberto Mancini, in fase di collaudo con i giovani talenti come motore principale. Avvisate, dunque, le nostre big italiane: se vogliamo ritornare a certi livelli non facciamo scappare i nostri talenti, soprattutto in questo momento in cui bisogna prepararsi per l’Europeo 2020. Gol, assist, qualità, possiamo sintetizzare così i tre gioielli. Club e Nazionale: l’unione fa la forza!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy