no al calcio fisico largo eriksen verratti sensi

no al calcio fisico largo eriksen verratti sensi

di Redazione Derby Derby Derby

di Cristian Lantieri –

Recentemente il presidente del Monza, Silvio Berlusconi, nel corso di un’intervista, si e’ soffermato a parlare del calcio attuale dichiarando di essere troppo fisico e di non piacergli più come un tempo… Mai banali le dichiarazioni dell’ex presidente del Milan,ad esempio considerando che il ruolo del metronomo (alla Pirlo per intenderci), sta andando sempre piu’ in via di estinzione, perché se​ Xavi ha fatto le fortune del Barcellona negli anni del Tiki Taka, Pirlo le fortune di Milan, Juventus e Nazionale,  Modric stella del Real uno degli ultimi dei baluardi nell’interpretazione da fenomeno in quel ruolo, non a caso ultimo pallone d’oro​ conquistando da protagonista assoluto la scorsa edizione della Champions League,non a caso l’Inter, l’anno scorso, provó fino all’ultimo giorno  della finestra di mercato di strappare il talento croato, ma Fiorentino non ne volle​ sapere… mentre il Tottenham, che detiene il cartellino di Eriksen, ogni anno manda al mittente qualsiasi tipo di proposta… e  guardando in casa Italia, aspettiamo l’esplosione definitiva di Marco Verratti che purtroppo e’ stata fin troppo penalizzata dagli infortuni in Nazionale.

E se e’ vero che il Cavaliere sostiene che ormai il calcio e’ diventato troppo fisico ed aggressivo, e’ anche vero che le grandi squadre si adattano un po’ all’evoluzione del calcio moderno ma soprattutto si fa di necessità virtù, perché non vogliamo e non possiamo credere che gli addetti ai lavori potrebbero mai lasciare fuori i nuovi: Xavi, Pirlo, Modric… ci piace pensare che ci stiano lavorando… attendendo la consacrazione di alcuni di essi nel ruolo, “Sensi” per citare un italiano, e mentre i poeti di questo sport si accodano alle parole di uno dei presidenti più vincenti della storia del calcio, noi restiamo fiduciosi per il futuro, senza perdere l’amore e la passione verso questo meraviglioso gioco che continua a regalarci emozioni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy