O Parigi o Milano: il crocevia di Keylor Navas in uscita da Madrid

O Parigi o Milano: il crocevia di Keylor Navas in uscita da Madrid

Dopo 162 partite ufficiali, Keylor Navas, arrivato a Madrid nel 2014, sta per lasciare il club merengue. Ma per andare dove? A Parigi come pedina di scambio per Neymar o a Milano se dopo Neymar fosse Donnarumma il prescelto del Psg?

di Redazione DDD

di Mattia Marinelli –

Se nell’operazione Neymar al Real Madrid rientrasse Keylor Navas, sfumerebbe l’interesse Psg per Donnarumma, mentre Laxalt sta per essere ceduto al Parma in prestito con obbligo di riscatto. In caso di partenza di Gigio il Milan in una sorta di piano B potrebbe sondare Keylor Navas e Lunin al Real Madrid, oppure Mattia Perin alla Juve.

Stallo Correa, qui lo scenario è a 3 con 3 ipotesi di cessione, Donnarumma-Psg, Suso con opzioni Roma e Lione, nodo André Silva comunque integro e presente oggi in Kosovo. Intanto, il Parma fa sul serio per Laxalt, lui vorrebbe giocarsi le sue carte al Milan ma è oggettivamente chiuso da Ricardo Rodriguez e Theo Hernandez.

Il Parma per Laxalt ha incontrato sia il Milan che l’entourage del giocatore, per Correa è sempre braccio di ferro con una distanza di 10 milioni di euro, ma il giocatore forza l’Atletico e nel Milan resta ottimismo. A proposito, non solo Laxalt divenuto prima scelta del Parma, anche Strinic è in uscita.

Secondo Tuttosport, il bilancio Milan ok, 5 acquisti e 2 cessioni, saldo negativo di 59 milioni ma con un gioco di incastri e di ammortamenti, incassando subito e spalmando gli acquisti in 5 anni il bilancio del mercato è a posto. Di diverso avviso l’altro quotidiano torinese, La Stampa, secondo cui il Milan deve cedere e la Uefa già invia segnali, il nodo ingarbugliato è Suso che piace a Giampaolo ma che resta nell’elenco dei partenti.

Nel frattempo Feronikeli-Milan, oggi evento storico in Kosovo con la partita in diretta su Milan TV e sulla pagina Facebook di AC Milan, cachet da 250mila euro per il Milan ma soprattutto un paese dilaniato dal passato e ancora osteggiato dai serbi dopo l’indipendenza, Baresi e Massaro dialogheranno con la stampa locale a Pristina prima della partita. Paqueta potrebbe fare la mezzala e viene visto come alternativa a Calhanoglu con Suso che resta trequartista. Importante oggi vedere Leao e Paqueta ma anche che Piatek riesca finalmente a sbloccarsi. Repubblica, sulla toponomastica la storia del Kosovo, il presidente del locale Milan club si augura che Suso e Donnarumma restino, difficile ci sia il pienone allo stadio perché gli organizzatori avevano fissato biglietti troppo cari e li hanno ribassati in extremis.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy