sauli vaisanen derby del personale del finlandese ditalia

sauli vaisanen derby del personale del finlandese ditalia

di Redazione Derby Derby Derby

di Antonio Lopopolo –

Tra i convocati della Finlandia chiamati dal c.t. Kanerva per affrontare l’Italia sabato 23 marzo ad Udine, in occasione del primo incontro valido per le qualificazioni a Euro 2020, c’è anche un “italiano”. Si tratta di SauliVäisänen, difensore centrale ventiquattrenne in forza al Crotone, proveniente dalla Spal dopo una prima parte di carriera spesa nel Nord Europa.

Sauli muove i primi passi nel mondo del calcio grazie alla squadra della sua città d’origine: il Jokerit. Durante l’esperienza nelle giovanili, però, cambia spesso casacca girovagando tra Allianssi, PK-35 Vantaa, Hjk e Pallohonka. Proprio la squadra della città di Espoo offre a Väisänen l’opportunità di esordire nel calcio professionistico a diciotto anni. Il calciatore non soffre il salto di categoria e inizia a giocare con continuità, chiudendo la prima stagione con trentacinque presenze e cinque reti. Il secondo anno il finlandese gioca meno, ma riesce comunque a segnare due gol in diciassette presenze.

Nel luglio del 2014 passa agli svedesi dell’AIK di Solna, definita dallo stesso Väisänen “la migliore squadra della Scandinavia”. Con la maglia giallonera disputa sei gare nella stagione 2014/2015 e altrettante in quella successiva, prima di subire un infortunio al piede nel derby contro il Djurgarden. Non ancora tornato in campo dopo questa sosta forzata, passa in prestito ai finlandesi dell’HIFK fino al termine della stagione.

Una volta rientrato alla base non riesce inizialmente ad avere un rendimento costante ma nella seconda parte di stagione, sotto la guida dell’allenatore Rikard Norling, si conquista un posto da titolare e lo conserva fino alla firma con la Spal. Sono dieci le presenze in Serie A prima della chiamata da parte del Crotone. Con la maglia degli squali calabresi, nel corso dell’attuale torneo cadetto, ha già disputato 19 incontri.  In nazionale ha esordito nel 2014 con la maglia dell’Under 20 e due anni dopo anche con quella maggiore della Finlandia, convocato dal c.t. Hans Backe, collezionando finora 13 gettoni.

Dotato di un buon senso della posizione e capace di leggere gli sviluppi del gioco, può essere pericoloso sui calci da fermo e risulta quasi una garanzia nella difesa a tre. Segnando gol in ogni squadra in cui ha giocato, Sauli Väisänen è considerato da qualcuno come l’erede di Sami Hyypia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy