un grande derby grande vergogna bartra

un grande derby grande vergogna bartra

di Redazione Derby Derby Derby

di Redazione DDD –

Vergogna ultras in Bundesliga durante il Derby della Ruhr tra Borussia Dortmund e Schalke 04, finito a sorpresa 4-2 a favore degli ospiti, i Blues tedeschi dello Schalke che erano descritti in disarmo rispetto ad un lanciatissimo squadrone giallonero. Ma al di là del risultato del campo, con il derby che come sempre è riuscito a sovvertire i pronistici, è accaduto anche altro al Westfalenstadion di Dortmund-

Alcuni tifosi ospiti hanno esposto uno striscione per chiedere la liberazione di Sergei W., l’uomo che nell’aprile di due anni fa, prima della semifinale di Champions League tra i gialloneri e il Monaco, attentò con delle bombe il pullman dei tedeschi. Era l’11 aprile del 2017 e Sergej Wenergord posizionò tre ordigni lungo il tragitto che portava il Dortmund allo stadio, ferendo il difensore Marc Bartra, oggi al Betis Siviglia, e un poliziotto. L’attentato portò a una condanna di 14 anni di carcere per l’uomo.

Un evento tragico che scopsse il mondo intero, per questo lo striscione sposto dagli ultras dello Schalke ha suscitato grande indignazione in Germania e non solo.

Tra i primi a mostrare il proprio disappunto lo stesso Marc Bartra, che offeso ha commentato quanto accaduto su Twitter: “Intollerabile, inaccettabile e triste. Spero che l’autorità competente adotterà le misure appropriate di fronte a questo fatto. Una cosa è la rivalità nel calcio e un’altra è chiedere la libertà per qualcuno che ha giocato con la vita di 28 persone” ha scritto l’ex Dortmund.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy