Una lunga lista di possibili svincolati, nel 2020 infatti diversi prezzi pregiati del calcio europeo potrebbero salutare i loro club senza rinnovare il proprio contratto. In Premier spiccano i nomi di Hazard e Rashford, in Ligue 1 quello di Cavani, in Italia invece Dzeko e Mertens.

Una lunga lista di possibili svincolati, nel 2020 infatti diversi prezzi pregiati del calcio europeo potrebbero salutare i loro club senza rinnovare il proprio contratto. In Premier spiccano i nomi di Hazard e Rashford, in Ligue 1 quello di Cavani, in Italia invece Dzeko e Mertens.

di Enrico Vitolo

di Enrico Vitolo –

Rinnovo o non rinnovo. La margherita che i possibili svincolati del 2020 hanno iniziato a sfogliare qualche tempo fa è ormai quasi finita. Solo pochi petali e poi si conoscerà la risposta. Che potrebbe cambiare il loro destino, ma soprattutto quello dei loro club. Intanto si continua a trattare, almeno in alcuni casi. In altri, infatti, gli incontri tra le società e gli entourage dei calciatori devono ancora iniziare. Di sicuro questo non è il caso di Eden Hazard che dopo un lungo tira e molla sembra davvero pronto a salutare tutti dalle parti di Londra per intraprendere il viaggio che lo porterà a Madrid direzione Real. Ma in casa Chelsea non c’è soltanto il belga con in mano un contratto che scadrà appena tra un anno, nella stessa posizione infatti ci sono anche il brasiliano Willian e lo spagnolo Pedro.

Nomi che stuzzicherebbero la fantasia di qualsiasi club. Ma la scelta per chi è alla finestra, ovviamente se le cose dovessero andare in un determinato modo, potrebbe essere ancora più vasta.  Sarà una sfida all’ultima offerta, in alcuni casi addirittura un derby all’ultimo colpo. Le opportunità infatti non mancano, pardon non mancherebbero. Specie in Inghilterra, che è potenzialmente pronta a dire addio a diversi uomini copertina della Premier League. Sponda Manchester, ad esempio, ci sono diversi punti interrogativi. In casa City, che nel frattempo fa collezione di trofei, nei prossimi mesi sarà necessario conoscere il destino di Gundogan e David Silva, in casa United invece potrebbero diventare degli svincolati il numero uno de Gea, Bailly, Matic e Rashford. Non se la passa molto bene neppure il Tottenham che, in attesa di capire se il sogno Champions League diventerà realtà, è chiamato a trattenere i suoi pezzi da novanta come Eriksen, Vertonghen e Alderweireld. Per il Liverpool, invece, c’è la questione Matip.

Dalla Premier alla Liga dove il Real Madrid si ritroverà nuovamente a dover fare i conti con la grana Modric, dall’altra parte della città invece bisognerà valutare la posizione dell’ex viola Savic. Restando in Spagna, alla lista dei possibili svincolati bisogna aggiungere anche Banega che per la seconda volta negli ultimi anni potrebbe lasciare il Siviglia senza il rinnovo contrattuale. Continuando il viaggio tra i principali campionati europei arriviamo in Ligue 1 dove i riflettori sono tutti puntati oltre che su Saint-Maximin, promesso sposo del Milan, soprattutto su Edison Cavani, i suoi 134 gol in 185 partite sono un bigliettino da visita niente male nonostante i trentadue anni.

Specie per il Napoli che starebbe pensando di riportarlo al San Paolo già nel corso della prossima estate. In alcuni casi, infatti, è vietato perdere tempo. Lo sa bene l’Inter che, per il suo di attacco, starebbe valutando seriamente l’ipotesi Edin Dzeko, uno dei possibili svincolati della prossima stagione in serie A. Ma nella capitale oltre al bosniaco è in bilico anche la posizione di El Shaarawy, a qualche chilometro di distanza invece qualcun altro dovrà capire se il duo Callejon-Mertens farà ancora parte del progetto targato Ancelotti. Domande alle quali dovranno dare delle risposte anche Bonaventura e Cuadrado. Ancora qualche petalo e poi (finalmente) le scopriremo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy