Wanchope perde il Clasico con il River: minacce anche alla mamma, Abila sotto scorta

Wanchope perde il Clasico con il River: minacce anche alla mamma, Abila sotto scorta

Uno spiacevole avvenimento sta scuotendo il calcio argentino e il calcio in generale. Protagonista dello sfortunato episodio è Abila, calciatore del Boca Juniors.

di Valentina Alduini
abila - boca juniors

Purtroppo, anche nel mondo del calcio, accadono degli avvenimenti tristi e spiacevoli, capaci di scuotere gli animi e di renderci tutti un po’ meno felici. Fortunatamente, a dare un relativo sollievo, è il fatto che eventi così negativi non accadono spessissimo. Ma, quando succedono, lasciano attoniti e inermi. E questo fa male. Troppo male. Il protagonista questa volta è Abila, calciatore del Boca Juniors. Il “Wanchope“, questo il suo soprannome, sarebbe stato minacciato di morte, come avrebbe riportato il portale argentino Tn. Una telefonata terribile quella che avrebbe ricevuto Abila. Il fattaccio sarebbe avvenuto dopo la sconfitta del Boca Juniors per 2-0 nella sfida contro il River nella semifinale d’andata di Libertadores.

Una chiamata così spaventosa che avrebbe fatto rabbrividire chiunque. L’attaccante avrebbe rivelato agli inquirenti che avrebbero voluto rapirlo. Chi lo avrebbe contattato, sapeva davvero cose molto dettagliate su di lui e sulla sua famiglia. E, questo, avrebbe naturalmente reso il tutto ancora più inquietante. Ma c’è dell’altro: anche la mamma del giocatore, avrebbe ricevuto una telefonata che l’avrebbe “avvisata” del rapimento di un suo familiare. Il giudice, dal canto suo, avrebbe subito disposto la scorta. Non si sa se il fattore scatenante di questo episodio davvero molto brutto possa essere stato il fatto che, nel match di Libertadores, Abila abbia inciso poco. Fatto sta che, al di la di tutto, nulla potrà mai giustificare un episodio  così triste. Chiaramente, la paura per il calciatore, i suoi familiari e i suoi amici, sarà tanta. Perché ricevere una telefonata simile, è un qualcosa che non ci si augura e che non si augura mai a nessuno.

Va da se che, nel giro di breve, la notizia ha fatto il giro del globo, sia mezzo stampa che via social. Al momento, non sono noti altri risvolti circa la vicenda. L’auspicio è che, coloro o colui che hanno messo in atto quest’operazione, siano rintracciati o, quantomeno, che non ci siano altre brutte sorprese. Tra l’altro, va detto che Abila non sta passando un bel momento neppure circa la professione per via di un infortunio dal quale si spera possa presto recuperare.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy