sfida alla storia al cittadella primo tempo del derby veneto

sfida alla storia al cittadella primo tempo del derby veneto

di Redazione Derby Derby Derby

di DDD –

Si è alzato il sipario: alle 21 di ieri il primo atto della finale playoff di Serie B. E il derby veneto è andato al Cittadella, che ha vinto 2-0 davanti a un Tombolato da tutto esaurito per la prima volta nella sua storia. Man of the match contro il Verona è stato Davide Diaw, il trequartista arrivato a gennaio dall’Entella che prima ha aperto il match di testa, poi lo ha chiuso con un destro dalla distanza a porta sguarnita.

Al sesto minuto, dopo una lunga serie di calci d’angolo a favore, il 32 del Cittadella, papà senegalese e mamma italiana, ha battuto Silvestri con un preciso colpo di testa. La seconda rete è arrivata all’80esimo, dopo un disimpegno errato del portiere dell’Hellas. Per il resto, ci ha pensato Paleari, portiere del Cittadella che ha chiuso la porta, rispondendo alla grande quando chiamato in causa. Ora, al Bentegodi, il 2 giugno, serve l’impresa alla squadra di Aglietti.

I tifosi dell’Hellas Verona hanno già sfidato la pioggia e la lunga attesa per conquistare uno dei biglietti disponibili per la finale dei playoff con il Cittadella. Il loro entusiasmo è stato magari contaminato ma non fiaccato dal 2-0 del Tombolato: domenica al Bentegodi ci sarà comunque un gran tifo.

In ogni caso  Cittadella non è mai stata così vicina a diventare una delle capitali italiane del calcio: per l’esattezza 90 minuti, quelli che giocherà a Verona dopo aver rifilato all’Hellas un rotondo 2-0 nella finale playoff che vale un posto in serie A. E i 90 minuti che decideranno tutto si giocheranno allo stadio Bentegodi, un impianto da trentamila posti contro i 7623 del Tombolato. Un piccolo stadio anche per la serie B, che comunque la squadra di Venturato ha riempito in ogni ordine di posto per la sfida alla storia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy