arezzo scende campo sindaco pisa

arezzo scende campo sindaco pisa

di Redazione Derby Derby Derby

di DDD – Il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli è intervenuto in merito alla capienza del settore ospiti dell’Arena Garibaldi. I biglietti non hanno soddisfatto la domanda da parte dei tifosi aretini. In 500 hanno acquistato quelli per la curva sud, circa 250 quelli che a prezzo maggiorato hanno preso quelli di tribuna e gradinata e andranno comunque in curva ospiti. Molti però quelli che partiranno senza biglietto. Un caos generato dal fatto che il Pisa non ha rispetto l’impegno preso davanti a Prefetto, Questore e sindaco di Arezzo. A spiegarlo è il sindaco Ghinelli in una nota stampa. “Nelle ultime ore si è scatenata la sacrosanta protesta dei tifosi amaranto per la negata possibilità d’acquisto dei biglietti allo stadio di Pisa per la partita dei play-off di domenica sera – scrive il sindaco Ghinelli – desidero ricordare al proposito che nel corso del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza del 24 maggio, di fronte al Prefetto di Arezzoal Questore e al sottoscrittola società Pisa Calcio aveva dichiarato la reciprocità” di trattamento tra la partita di Arezzo e quella di Pisa. A quel momento si parlava di portare i posti della curva Nord, destinata ai pisani, da 800 a 1000: quindi il Sindaco si era impegnato ad aumentare la capienza di 200 unità, a fronte di un pari trattamento anche a Pisa. Nei giorni successivi i tifosi pisani acquistavano 382 biglietti di curva Sud (la nostra): concordavo quindi con il Questore di “trasferire” gli stessi, per motivi di ordine pubblico, in curva Nord, portandone dunque la capienza a 1382. Ciò rendeva possibile rimettere in vendita agli aretini i 382 posti che la tifoseria pisana lasciava liberi, ai quali si aggiungevano gli ulteriori 300 posti stabiliti con l’ordinanza da me firmata domenica 26 maggio. In sostanza, oltre a concentrare la tifoseria pisana in un unico settore, è stato possibile garantire l’accesso in curva sud a 682 aretini, cosa che senza l’ordinanza non sarebbe stata possibile. Devo riscontrare con rammarico che la società Pisa Calcio non ha onorato l’impegno preso davanti alle pubbliche autorità ad Arezzo, e che tutti i passaggi istituzionali da me fatti per cercare di garantire il maggior afflusso di tifosi aretini all’Arena Garibaldi hanno avuto esito negativo. Ho parlato in serata anche col sindaco di Pisa che mi ha comunicato la sua impossibilità ad incrementare la capienza del settore ospiti dello stadio. Il problema lo ha creato la società che non ha riservato i posti concordati alla tifoseria aretina. Confido nel senso di responsabilità dei tifosi amaranto auspicando che il risultato sul campo faccia dimenticare questo spiacevole episodio. Forza Arezzo!!!”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy