2 errori arbitrali 2 errori tecnici tutta la sconfitta milan

2 errori arbitrali 2 errori tecnici tutta la sconfitta milan

di Redazione Derby Derby Derby

di Mattia Marinelli –

Da un punto di vista squisitamente tecnico, gli errori di Musacchio e Calabria sono gravi, perché il primo doveva solo temporeggiare ed il secondo semplicemente spazzarla, magari anche in touche, ed invece hanno regalato due gol ad una Juventus distratta e brutta, come spesso gli accade. Se invece guardiamo al complesso ed agli episodi, il discorso cambia completamente, perché due rigori netti e solari negati (questo e quello su Castillejo), una Juventus che mena con terna accomodante e un Mandzukic  fuori controllo che finisce tranquillamente la partita, sono decisivi e vanno ad influire sul risultato, più degli errori, sia dei singoli che non. Questi sono alcuni degli umori rossoneri, poi emersi nel post-partita di Torino.

Le dichiarazioni di Leonardo: “Siamo molto dispiaciuti, la squadra ha fatto una grande prestazione, poi va via con zero punti dopo questi episodi. Quando giocano così e vanno via con zero punti per errori arbitrali dispiace. Partita condizionata da un arbitraggio inadeguato nelle scelte e nel dialogo. Il comportamento generale dell’arbitro ha causato delle reazioni, l’ammonizione di Calhanoglu è incomprensibile. Ha condizionato abbastanza. Sono situazioni che dispiacciono molto”.

A sua volta Gattuso: “Oggi potevamo essere più bravi, abbiamo fatto due errori che ci sono costati cari. Ho fatto il calciatore, ero uno che tante volte le ingiustizie me le volevo sbrigare da solo. Dobbiamo essere più bravi a farci rispettare, a crescere. Vedere Mandzukic che sembra giochi al parco con gli amici per la sua fisicità, penso che dobbiamo essere più bravi a farci rispettare. L’ammonizione di Calhanoglu mi è sembrata eccessiva. Sugli arbitri ha parlato Leonardo, io non voglio parlare. Credo alla loro buona fede. Voglio parlare della partita, non meritavamo di perdere. Abbiamo giocato contro una grande squadra. Ci rimane rammarico ma tante cose positive. Mancano sette partite e due di Coppa Italia, dobbiamo vincere a tutti i costi e arrivare al nostro scudetto che è la Champions League. Ripartiamo dalle cose positive di oggi e possiamo dire la nostra”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy