amici la pelle domenica san siro non contera nulla

amici la pelle domenica san siro non contera nulla

di Redazione Derby Derby Derby

di Antonio Lopopolo –

Spalletti-Andreazzoli, sfida da brividi sul filo della Champions e della salvezza. Sono amici per la pelle, ma per una domenica saranno carissimi nemici. Luciano Spalletti non avrebbe mai pensato di doversi giocare l’accesso in Champions all’ultima giornata contro Aurelio Andreazzoli, suo compagno di stanza durante il corso a Coverciano. Eppure Inter-Empoli, domenica 26 marzo alle 20.30, avrà tutti i fari puntati addosso. Il match di San Siro metterà a confronto due squadre nel pieno della bagarre per centrare i rispettivi traguardi stagionali: i nerazzurri alla ricerca della qualificazione alla prossima Champions League, i toscani a caccia di punti per la salvezza.

Un incrocio ad alta tensione che vedrà duellare, in panchina, due amici-nemici come Spalletti ed Andreazzoli. Due tecnici che si sono conosciuti durante gli studi per conseguire il patentino e che, in seguito, hanno condiviso le esperienze all’Udinese prima e alla Roma poi. Ora si troveranno uno di fronte all’altro nella partita che vale un’intera stagione.

L’Empoli ha inguaiato Fiorentina e Genoa e promette di fare paura all’Inter in una partita senza ritorno. Merito di Andreazzoli, che nella provincia toscana ci è finito proprio grazie a Spalletti. Tutta la città toscana, meno di 50 mila anime, starebbe dentro San Siro e quasi mille tifosi seguiranno la squadra nella trasferta più importante del campionato. Gli azzurri sono in fibrillazione, galvanizzati dalle tre vittorie consecutive come non succedeva dal 2005. La strada è ancora in salita, ma si respira fiducia, ottimismo, convinzione. La permanenza in serie A non è più un sogno, ma un obiettivo concreto.

La banda di Spalletti non può sbagliare. Si ritrova al quarto posto in classifica, dietro l’Atalanta e con un solo punto di vantaggio sul Milan. La partecipazione alla prossima Champions League è fondamentale per i programmi futuri. Non sono ammessi altri passi falsi dopo aver raccolto una sola vittoria nelle ultime cinque partite. E per l’allenatore dei nerazzurri la gara da tutto o niente contro l’Empoli non potrà essere come tutte le altre. Oltre al suo passato in azzurro, sulla panchina dei toscani siede Andreazzoli, suo storico vice.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy