inter la non lista antonio conte icardi nainggolan

inter la non lista antonio conte icardi nainggolan

di Redazione Derby Derby Derby

di Redazione DDD –

Il calcio sta proprio cambiando. Un tempo, all’arrivo di un nuovo allenatore, specialmente se di grido come nel caso di Antonio Conte, l’interesse dei tifosi e dei media era per la lista della spesa, per sapere quali sarebbero stati i nuovi acquisti, i nuovi arrivi, le novità di mercato.

Oggi invece fa più notizia la lista all’incontrario, l’elenco dei giocatori da cedere, degli indesiderati, di quelle partenze che, da sole, certificano la linea e l’indirizzo del progetto che il tecnico in arrivo sta per firmare.

Una sorta di avviso ai naviganti, di messaggio al resto del gruppo, di manifesto di quello che sta per accadere. Antonio Conte ad esempio: del tutto estraneo alla Juventus in queste settimane non è stato, visto che l’ha osservata con attenzione, arrivando a confidare agli amici che con un paio di innesti importanti è destinata a vincere ancora in Italia e a rilanciarsi ad alti livelli in Champions League.

Ma, come è noto, il tecnico salentino è ormai in quota Inter e la sua presenza sulla tolda di comando nerazzurra non presuppone, come già si era prefigurato, la cessione di Mauro Icardi, ma anche quella di Radja Nainggolan.

Prima di convincersi, l’ex Ct azzurro ha atteso una risposta affermativa da parte della proprietà nerazzurra proprio sulla disponibilità a cedere questi due giocatori. Conte sa che il suo rapporto con Icardi non reggerebbe al primo spiffero social del giocatore. E non apprezza il comportamento extra calcio dell’ex nazionale belga.

La fine del regno interista di Spalletti, che il Ninja lo aveva voluto fortemente, porta in dote la firma in calce di Conte alla parola fine sui due principali equivoci della stagione nerazzurra: non solo Icardi di cui si è parlato fino alla noia, ma anche di Nainggolan.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy