milan niente tare vetrina ce giovane plizzari

milan niente tare vetrina ce giovane plizzari

di Redazione Derby Derby Derby

di Mattia Marinelli –

Alto, sveglio, sicuro, determinato, fedele come quando ha rinnovato nel momento in cui il Milan annaspava e certe scelte non si dimenticano, Romagnoli non verrà ceduto nemmeno in una estate di cessioni dovute al FFP, è una colonna, segna gol last minute, secondo Maldini ha intrapreso un discorso di crescita e c’è anche poi un aspetto economico, perché se venisse ceduto il 15% andrebbe alla Roma.

Nel resto del panorama c’è poi il Mondiale Under 20 che moltiplica il valore di giocatori come Alessandro Plizzari, i suoi rigori parati contro Ecuador e Mali sono arrivati dopo una stagione di quasi soli allenamenti e di una sfortunata retrocessione con la Primavera anche se nelle ultime gare lui era già nel ritiro azzurro. Un mese fa, il giovane portiere cremasco ha rinnovato il contratto fino al 2023 con il Milan.

Intanto è in predicato di arrivare al Milan uno come Giampaolo che genera plusvalenze, all’Empoli ha valorizzato Paredes, Zielinski e Saponara, alla Samp ha portato Schick da una valutazione di 4 milioni di euro ad una di 42, lo stesso dicasi per Torreira e Skriniar prima, per Andersen e Praet poi.

Stop invece per Tare, il ds albanese artefice del rinnovo di Inzaghi è stato blindato da Lotito e resta alla Lazio, per il Milan ricomincia il casting fra Sartori, Osti e Massara. Sono molti i quotidiani di oggi che confermano che Lotito ha bloccato Tare.

Sul mercato l’Atletico Madrid pensa di esercitare la clausola da 40 milioni per l’estero di Suso, che sperava in un raddoppio del contratto e che viene da una stagione con 7 gol e 10 assist. Secondo il giornalista di Tuttosport Alberto Pastorella c’è una totale incertezza che incombe sul Milan e l’unico punto fermo è Piatek al centro del progetto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy