nessuno stallo milan vivo vegeto derbybarella

nessuno stallo milan vivo vegeto derbybarella

di Redazione Derby Derby Derby

di Mattia Marinelli –

I titoli e i botti sono inequivocabili: Barella, l’Inter è in vantaggio ma i rossoneri ora ci provano, oppure Milan su Barella, clamoroso il Milan ci prova e scoppia il derby di mercato, improvviso affondo sul centrocampista del Cagliari che sembrava già dell’Inter, per convincere Giulini i rossoneri sono pronti a calare la carta Cutrone.

Sembrava che l’Inter fosse all’ultima curva, ma Maldini e Boban considerano Barella il miglior talento italiano, del resto anche il pressing del Milan viene da lontano ed è iniziato a gennaio con Leonardo vicino di casa del presidente Giulini. Lo stato dell’arte è che l’Inter offre 30 milioni più giovani, per inserirsi bisogna alzare l’offerta cash a 40 milioni, tenendo conto che non appena si insedierà al Psg anche Leonardo farà la sua offerta.

In ogni caso il Milan ha preannunciato al Cagliari una ricca proposta per Barella, e visto che il giocatore è ormai concentrato sul nerazzurro come ha confessato ai compagni di Nazionali,  i rossoneri dovranno lavorare proprio sul Cagliari, visto che c’è distanza fra il Cagliari che valuta Barella 50 milioni e l’Inter 35, il Milan può inserire Cutrone che vale una 30ina di milioni e può raccogliere circa 28-30 milioni dalla cessione senza clausola di Suso all’Atletico Madrid.

Dunque non è tutto fermo al Milan, visto che per Boban ci sono ragioni di cuore e il mantra di non sedersi mai sugli allori e che per lui il Milan è il Milan, ma all’attestato di stima di Infantino intende rispondere con altrettanta delicatezza e ci vorranno giorni per la sua uscita dalla Fifa, in ogni caso la sua idea è quella di avere leader in mezzo al campo, il primo ma non unico colloquio con il ds sarà per Massara, l’allenatore sarà Giampaolo a meno di virate dell’ultima ora, il Milan riparte da 7-8 giocatori in rosa e un big da cedere per fare plusvalenza.

Prima della semifinale mondiale underi 20, ha parlato il baby-portiere Plizzari; “Sui rigori ci vuole anche fortuna, il rigore perfetto non si para, mi spiace che Bellanova abbia lasciato il Milan, a Milanello mi alleno con Gigio che per fisicità è davvero unico”.Dal canto suo Costacurta: “Giampaolo può essere il profilo giusto per il Milan, spero possa firmare presto”. Soprattutto storico l’intervento di Sacchi “Il primo contratto con il Milan lo firmai in bianco, dissi a Berlusconi e Galliani o siete dei folli o siete dei geni, diventammo la squadra più forte di tutti i tempi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy