politano romagnoli derby milano maglia azzurra

politano romagnoli derby milano maglia azzurra

di Redazione Derby Derby Derby

di Antonio Lopopolo –

Dopo le forti emozioni del derby di Milano, le attività dei club si sono fermate per lasciare spazio alle nazionali. Il nerazzurro Politano e il rossonero Romagnoli, con gli altri compagni di squadra agli ordini del ct Roberto Mancini, sono pronti ad affrontare da titolari il Lichtenstein, in occasione del secondo appuntamento per le qualificazioni ai prossimi Campionati Europei del 2020. Assenti nell’ultimo mondiale, gli azzurri puntano dunque a tornare tra le protagoniste dei grandi tornei internazionali e lo fanno affidandosi anche a calciatori giovani come l’esterno nerazzurro e il capitano rossonero.

In attesa di scoprire quale sarà il suo futuro in ottica di club, con lInter che deve ancora formalmente riscattare il suo cartellino dal Sassuolo, Matteo Politano si gode un grande momento a livello personale e professionale. L’ottima prestazione nel derby contro il Milan, con tanto di rigore decisivo procurato, gli è infatti valsa l’ennesima convocazione nel gruppo della nuova Italia di Roberto Mancini.

Ceduto dalla Roma al Milan per circa 25 milioni di euro, Alessio Romagnoli è diventato pilastro e capitano dei rossoneri. Ispiratosi al modello Nesta, il numero 13 sulla maglia è un omaggio proprio al centrale campione del mondo, si sta confermando uno dei difensori italiani più talentuosi con una carriera in costante ascesa, e Roberto Mancini non può fare a meno di lui per questo nuovo corso azzurro.

Cresciuti calcisticamente entrambi a Trigoria, nelle giovanili della Roma, oggi sono diventati due simboli della Milano rossonerazzurra. Ma prima di tornare a difendere i colori dei rispettivi club hanno il compito di scendere in campo con la maglia della Nazionale per un nuovo “Risorgimento” italiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy