rigori senza la var capoliste roma lazio retrovie inter milan

rigori senza la var capoliste roma lazio retrovie inter milan

di Redazione Derby Derby Derby

di Mattia Marinelli –

Le due squadre milanesi e le due romane sono in lotta per due posti Champions League. Con l’Atalanta e forse il Torino come quindi incomodi. Ma Roma, Lazio, Inter e Milan sono nell’occhio del ciclone. Per la verità l’Inter in una posizione di classifica più tranquilla e agiata, rispetto alle altre tre. Ma tutti i giornali sportivi italiani, soprattutto Gazzetta dello Sport e Corriere dello Sport, sono preoccupati dalla volatilità della Var in questo periodo soprattutto in riferimento alla volata Champions League.

Un posto nell’Europa che conta sposta molti equilibri finanziari e se il polso del mondo arbitrale non è fermo, si rischiano veleni a non finire nell’ultimo mese di campionato. I tifosi del Milan in particolare: avevano ancora il dente avvelenato per i fatti di Torino e poi vedono il rigore concesso da Abisso, dopo aver visto il Var, alla Lazio contro il Sassuolo. Lo stesso Roberto De Zerbi, tecnico del Sassuolo, si è arrabbiato molto: “E’ successa una cosa molto grave perché il regolamento dice che se la palla tocca il braccio dopo aver toccato un’altra superficie del corpo non è rigore mai. Il var sta migliorando tutto il sistema oggi il var non c’entra perché oggi a maggior ragione dalle immagini si capiva che il pallone avesse toccato prima il fianco”.

Chissà se l’argomento è stato toccato nell’incontro plenario arbitri-squadre oggi a Milano. Anche perchè si discute molto della Var, ma non c’è solo la Var. In questa stagione è molto più alta la discrezionalità dell’arbitro rispetto allo strumento tecnologico, proprio per questo una cartina di tornasole per capire come funziona il meccanismo è scoprire quanti rigori, ad esempio fra le grandi squadre in lotta Champions, vengono dati solo dopo aver rivisto le immagini oppure direttamente e spontaneamente dal campo.

La Roma ha avuto a suo favore 6 rigori, tutti dal campo. La Lazio a sua volta 6 rigori a favore, 5 dal campo e 1 dopo review. Inter: 6 rigori a favore, 3 dal campo e 3 dalla Var. Milan: 2 rigori, 0 dal campo e 2 dopo esame Var. Ai rossoneri non viene dato un rigore a favore dal campo, dallo scorso 18 febbraio 2018, Milan-Sampdoria 1-0, 14 mesi fa. In quel caso Ricardo Rodriguez sbagliò la trasformazione dal dischetto. In totale 12 rigori alle 2 squadre romane, di cui solo uno con la Var, 8 rigori alle due milanesi, di cui 5 con la Var.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy