calcio italiano

|

di Mattia Marinelli – Alla vigilia del derby di Firenze, ennesimo episodio di un finale di campionato di Serie A che ha ripreso interesse dopo la sconfitta della Juventus a Sassuolo e la vittoria del Milan sulla Roma, nonostante il pienone...

Redazione Derby Derby Derby

di Mattia Marinelli -

Alla vigilia del derby di Firenze, ennesimo episodio di un finale di campionato di Serie A che ha ripreso interesse dopo la sconfitta della Juventus a Sassuolo e la vittoria del Milan sulla Roma, nonostante il pienone dello Stadium per la gara Scudetto fra bianconere e viola, si registrano ancora scivoloni più sciocchi che sessisti sul tema. Intanto ricordiano che il match Fiorentina Women’s FC–CF Florentia, valido per la 9' giornata di ritorno della Serie A Femminile 2018/2019, sarà disputato domenica 31 marzo 2019 alle ore 12:30 con diretta tv, anziché come previsto dal calendario originario sabato 30 marzo alle ore 15.00.

Ma a pesare è quel "Parliamo di calcio" (pronunciato da Sportitalia forse per una rivalità tv con Sky che ha pubblicizzato alla grande Juventus-Fiorentina, come se quello femminile fosse un altro sport. Nell’occhio del ciclone per una frase leggera sulle donne del mondo del pallone, il navigato conduttore di Sportitalia, Michele Criscitiello. Quest’ultimo, nel corso di una puntata della trasmissione di SportItalia Monday Night, ha ospitato il direttore di Inter TV Roberto Scarpini. Quest’ultimo, voleva approfittare della finestra televisiva all’interno della quale era ospite per fare i complimenti alla squadra femminile dell’Inter, tornata in serie A dopo diverso tempo. Michele Criscitiello, evidentemente, non ha preso sul serio la richiesta del giornalista e opinionista sportivo e ha liquidato la richiesta con una battuta: "Parliamo di calcio".

Indirettamente ma con classe, ha risposto nel corso di una conferenza tenutasi a Milano, Carolina Morace, allenatrice del Milan Femminile, ha così parlato dell’evoluzione del movimento: "L’ingresso di Sky è stato determinante così come l’ingresso delle squadre professionistiche maschili. Dobbiamo considerare questo un punto di partenza, ora abbiamo visto quello che può succedere non soltanto all’Allianz Stadium ma anche in Spagna con 60 mila persone presenti allo stadio a vedere la gara dell’Atletico. Certo, qualche persona potrà fare dei commenti stupidi ma sono tanti i professionisti uomini innamorati del calcio femminile".

Potresti esserti perso