Ci pensa Buffon: il derby bianconerazzurro cinese è tutto suo

Ci pensa Buffon: il derby bianconerazzurro cinese è tutto suo

di Redazione Derby Derby Derby
di DDD –
Come nell’ultima sfida di Campionato a San Siro. Anche a Nanchino, va avanti l’Inter. Ma la Juventus rimonta a vince con Cristiano Ronaldo.
E’ andato infatti ai bianconeri l’antipasto di derby d’Italia disputato a Nanchino. Il match lo hanno risolto i calci di rigore dopo l’1-1 al 90esimo minuto nell’International Champions Cup. Sfortunato autogol in apertura di de Ligt (sostituto all’intervallo), pareggio nella ripresa di CR7 su punizione deviata da Skriniar. Ai tiri dal dischetto l’eroe è diventato Gigi Buffon che ha parato i tiri di Ranocchia, Longo e Borja Valero: l’hanno spuntata dunque gli uomini di Sarri, aggiudicandosi il derby d’Italia in Cina
Buffon ha parato 3 rigori e la sua seconda giovinezza bianconera è iniziata regalando alla Juventus la vittoria sull’Inter nell’International Champions Cup: nel suo post Psg, il Gigi Nazionale può dare ancora tanto. Nanchino conferma che Gianluigi Buffon non tramonta mai. L’estremo difensore carrarino, rientrato alla Juventus dopo una breve parentesi all’estero, si è rivelato l’elemento decisivo nel fresco successo della Signora sull’Inter nell’International Champions Cup. Subentrato nella ripresa, il fuoriclasse toscano ha parato ben tre rigori dopo l’1-1 dei tempi regolamentari: stoppati Ranocchia, Longo e Borja Valero. Con anche Barella a un passo dall’errore. 
Le dichiarazioni post-partita – Maurizio Sarri: “Quella contro l’Inter è stata una partita simile a quella con il Tottenham, primo tempo sotto ritmo con difficoltà a difendere. Abbiamo giocato con più coraggio nella seconda metà del secondo tempo e siamo riusciti a prendere in mano la partita. Dobbiamo migliorare nella capacità di recuperare più palloni e dobbiamo difendere quelli che ci sono avanti e non dietro, devi cambiare tutto il modo di pensare e non è facile subito. Era tutto difficile e stamattina li ho anche fatti allenare e l’abbiamo pagata. Buffon è un combattente nato e si è fatto trovare pronto quando è servito. La scelta è stata subito chiaro, i termini della discussione sono carica, c’è un portiere titolare e Buffon sarà tenuto in grande considerazione e giocherà le sue partite. Ho voluto essere chiaro con Gigi fin dall’inizio e lui ha detto che avrebbe guadagnato di più in altri club ma voleva tornare alla Juve a tutti i costi”.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy