esclusiva ddd bryan roy racconta ajax juventus

esclusiva ddd bryan roy racconta ajax juventus

di Enrico Vitolo

di Domenico La Marca –

Figlio del calcio totale e dell’Ajax di Cruijff, discepolo di Zeman nel Foggia dei miracoli, ammiratore spassionato del Manchester City di Guardiola, questo è Bryan Roy. L’ex centravanti olandese, che in Italia ha indossato la maglia dei satanelli, ai microfoni di Derbyderbyderby si è soffermato sulla prossima sfida di Champions League che vedrà di fronte l’Ajax dei ragazzi terribili con la Juventus di Cristiano Ronaldo.

Ajax-Juventus – “Sarà molto difficile per l’Ajax, la Juventus è impressionante e possiede un centrocampo fisicamente molto solido con i vari Pjanic, Emre Can e Matuidi. I bianconeri sono molto esperti, credo che faranno giocare gli olandesi per poi colpirli in contropiede. Ten Hag dovrà cercare un’alternativa tattica.” Dall’Ajax di Van Gaal a quella di Ten Hag – “La nostra Ajax era un meccanismo perfetto, dove tutti sapevano cosa fare e come muoversi soprattutto in fase di possesso di palla, in tal senso solo Guardiola sembra replicare il calcio di Rinus Michels. L’Ajax di Ten Hag è composta da giovani brillanti che puntano molto sulle loro capacità individuali.” Entrare nella storia – “Cristiano Ronaldo e Messi per essere entrambi paragonati a più grandi della storia del calcio devono vincere un mondiale, ma nonostante mi piace vedere il campione argentino, devo riconoscere che l’impatto avuto dal lusitano nella Juventus è stato devastante e forse nemmeno la Pulce sarebbe stata capace di fare tanto.”

La Juventus della sua epoca – “La Juventus della mia epoca era molto più capace di giocare con la palla, vivace dal punto di vista offensivo, tutti in quella squadra potevano arrivare in rete. Inoltre in quella compagine vi era un certo Roberto Baggio…” La favorita – “Vedo una semifinale tra Manchester City e Juventus, gli inglesi possono fare affidamento su un talento assoluto come Guardiola, un vero fenomeno. La compagine britannica è la mia favorita per la vittoria finale in Champions League.” De Ligt – “Può giocare in qualsiasi big europea, è pronto per un’esperienza all’estero, che sicuramente potrà farlo maturare ulteriormente. Possiede tutte le caratteristiche per essere un grande difensore.” Olanda-Germania – “Mi ricordo quando riuscimmo a batterli nell’Europeo del ’92, dove davvero avevamo una grandissima squadra, Rijkaard, Van Basten, Bergkamp, Gullit e tanti altri, uscimmo con la Danimarca solo perchè la palla non ne sapeva di voler entrare in porta. Sicuramente questa sfida tra Olanda e Germania sarà spettacolare, loro si vorranno rifare dopo la sconfitta in Nations League, ma la nostra nazionale nonostante sia giovane è davvero forte.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy