Almeria, lo Zamparini saudita è Turki Al-Sheikh: anche Guti! Tre allenatori esonerati e la stagione non è ancora finita…

Almeria, lo Zamparini saudita è Turki Al-Sheikh: anche Guti! Tre allenatori esonerati e la stagione non è ancora finita…

Seconda divisione spagnola: Guti, il caro amico di Zidane, esonerato dall’Almeria che si trova in zona playoff

di Redazione DDD

Sacked, esonerato. Destituido, sempre esonerato. E’ il termine universale per gli allenatori, anche se hanno un grande passato calcistico. La brutta serie di risultati ottenuti dall’Almeria, nella Seconda divisione spagnola, nelle ultime partite hanno causato la partenza di Guti. L’Almería ha reso ufficiale il suo allontanamento attraverso un tweet: “José María Gutiérrez cessa di essere il nostro allenatore dopo aver raggiunto un accordo reciproco con il club. Grazie mille José María per tutti i tuoi sforzi e per la tua dedizione ai nostri colori. Ti auguriamo tutti i possibili successi nella tua carriera”. Nonostante abbia lasciato la squadra zona playoff, cinque punti dietro il Saragozza, che è secondo, la sconfitta contro Alcorcón nella più recente giornata di campionato è stata la causa del suo licenziamento.

Questo risultato ha posto fine alla pazienza del proprietario della squadra rojiblanco, il saudita Turki Al-SheikhTurki Al-Sheikh , che ha già scaricato tre allenatori finora in questa stagione: prima Óscar Fernández, che non ha nemmeno debuttato in campionato, e poi Pedro Emanuel. Termina in questo modo, la prima avventura di Guti su una panchina professionistica: su quella dell’Almeria è rimasto per sette mesi. Anche Pedro Emanuel, per scelta di Turki Al-Sheikh, era stato esonerato dopo una serie negativa di risultati, anche se ha lasciato la squadra in zona promozione. Nelle 21 partite disputate sulla panchina andalusa, Guti ha ottenuto 32 punti su 63: il che si traduce in nove vittorie, cinque pareggi e sette sconfitte. di cui due sono arrivate ​​nelle ultime tre partite.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy