Foto Fabio Urbini /LaPresse 26 Maggio 2019 Pescara (PE) Italia sport calcio Pescara vs Hellas Verona – Campionato di calcio Serie BKT 2018/2019 – stadio Cornacchia. Nella foto:Di Carmine Hellas Verona segna il gol del vantaggio Fabio Urbini/LaPresse May 26, 2019 Pescara (PE) Italy sport soccer Pescara vs Hellas Verona – Italian Football Championship League BKT 2018/2019 – Cornacchia stadium. In the pic: Di Carmine Verona goal

Foto Fabio Urbini /LaPresse 26 Maggio 2019 Pescara (PE) Italia sport calcio Pescara vs Hellas Verona – Campionato di calcio Serie BKT 2018/2019 – stadio Cornacchia. Nella foto:Di Carmine Hellas Verona segna il gol del vantaggio Fabio Urbini/LaPresse May 26, 2019 Pescara (PE) Italy sport soccer Pescara vs Hellas Verona – Italian Football Championship League BKT 2018/2019 – Cornacchia stadium. In the pic: Di Carmine Verona goal

di Davide Capano

di Davide Capano –

La finale playoff di Serie B sarà un derby veneto tra Cittadella e Verona. Infatti i gialloblù del tecnico Alfredo Aglietti hanno vinto a Pescara per 1-0 (andata 0-0), con rete di Samuel Di Carmine su rigore al 73esimo, qualificandosi per la doppia sfida contro i corregionali che metterà in palio la promozione in A.

A cambiare le carte dopo un primo tempo equilibrato e con poche emozioni, l’ingresso in campo di Pazzini, autore dell’assist nell’azione che ha portato al penalty. Inutile l’assalto finale degli abruzzesi, con la migliore occasione sui piedi di Bellini al 95esimo: conclusione alta sulla traversa a pochi metri dalla porta di Silvestri. A fine partita festeggiano i 400 tifosi arrivati in Abruzzo da Verona. Applausi anche per la squadra di casa.

Aglietti ha commentato il successo ai microfoni di DAZN: “Questa partita nasce dalla consapevolezza che abbiamo preso di questi tempi. Abbiamo fatto un’ottima partita oggi. Abbiamo avuto pazienza e il piglio giusto, alla fine ce l’abbiamo fatta. Siamo molto contenti, venire qua a vincere non era semplice. Ora c’è da giocare un’altra partita contro il Cittadella. Non sarà semplice, sarà una battaglia. Siamo una squadra. Abbiamo lavorato molto sulla fase difensiva. Oggi abbiamo avuto buone occasioni. Sapevamo che dovevamo vincere sull’episodio, e così è stato. La squadra gioca, propone e gioca un ottimo calcio ultimamente. Pazzini e Di Carmine? Per reggere insieme ci vuole un lavoro importante, non da tre giorni. Metterli insieme dall’inizio è un po’ forzato, nel corso della partita si può fare. Quando sono arrivato ho agito su un possesso palla, ma con delle finalità. Grazie anche all’aiuto dei ragazzi sono riuscito a dare un gioco diverso da quello che c’era prima. Col Cittadella, rispetto alla stagione regolare, deve essere diverso il risultato”.

Ha parlato anche Di Carmine: “Sono contento. Ringrazio Giampaolo che mi ha lasciato tirare il rigore. Era pesante. Io e Pazzini siamo due attaccanti forti, possiamo giocare insieme perché siamo diversi e complementari. All’intervallo il mister ci ha detto che stavamo facendo bene, dovevamo continuare così. La Serie A è un traguardo importante, il Verona mi ha chiamato per questo. Sono contento che siamo in forma per raggiungere il grande obiettivo. Con il Cittadella sarà una partita complicata perché è una bella squadra, ma anche noi lo siamo quindi possiamo giocarcela”.

Il doppio confronto finale (giovedì 30 maggio al Tombolato e domenica 2 giugno al Bentegodi) dà agli scaligeri il vantaggio dovuto al miglior piazzamento nella stagione regolare: in caso di parità complessiva, sarebbe il Verona a conquistare la Serie A. Ci sarà Verona-Chievo o Cittadella-Chievo in B l’anno prossimo?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy