Bazzani: “Meglio battere la Virtus che segnare a Pagliuca, ma senza tifosi non è derby, è solo Fortitudo-Virtus”

Bologna, Basketcity: domenica alle ore 18:00 andrà in scena il derby cittadino tra Fortitudo e Virtus

di Redazione DDD

Fabio Bazzani, bolognese di nascita, sulle colonne del Resto del Carlino si è espresso in maniera molto chiara al riguardo: “Non chiamatelo derby. La stracittadina la fanno i tifosi, l’atmosfera, le tante cose che portano quella partita ad essere diversa. Domenica, invece, sarà diverso. Nella mia carriera calcistica ho giocato Roma-Lazio e Sampdoria-Genoa e se penso a quello che ho vissuto direi che è impossibile pensare che senza i tifosi quelle partite sarebbero state le stesse. Le restrizioni portano a vivere questa gara come le altre. Per questo non chiamatelo derby. Sarà semplicemente Fortitudo contro Virtus”.

Gianluca Pagliuca (Photo by Claudio Villa – Inter/FC Internazionale via Getty Images)

L’ex allenatore del Perugia ha poi toccato altri argomenti, tra cui l’ultimo posto della Fortitudo: “Il problema principale è stato il numero di infortuni. Non abbiamo mai visto la vera Effe. Certo anche il fatto di non avere il pubblico non ha aiutato. Sono convinto che neanche la Virtus avrebbe perso tre partite in casa con i suoi tifosi. Domenica saranno le esigenze di classifica a fare la differenza. I due punti servono ad entrambe le squadre. Sarà sicuramente una gara combattuta. Non so se sia giusto fermarsi o no in queste condizioni. Non ho gli elementi giusti per dirlo. Quello che posso dire è che ciò che si vede non ha sapore. E poi, ogni volta attendere fino all’ultimo minuto per sapere se una gara viene disputata o no, è straziante. Allo stesso tempo credo però che questo viene accettato perché è l’unico modo che si ha per andare avanti”.

La chiusura è d’autore: “Se preferisco la vittoria della Fortitudo a un gol a Pagliuca? Tra le due prendo sicuramente il derby”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy