Superclasico in piena pandemia! Scacco a chi? Boca e River si sfidano nel derby dell’arrocco e della Regina

Dopo l’ultimo precedente datato 2017, torna il derby a scacchi fra Boca Juniors e River Plate. Domani 8 agosto, capi-squadra Elisa (Boca) e Maximiliano (River).

di Redazione DDD

Il 22 ottobre dello scorso anno, alla Bombonera, Boca e River si sono affrontate per la gara di ritorno di una delle semifinali di Copa Libertadores. E anche se la squadra guidata da Alfaro ha vinto 1-0, quelli che hanno festeggiato sono stati Gallardo e compagni, poiché con il 2-0 dell’andata si sono qualificati per la finale che avrebbero poi perso contro il Flamengo de Gabigol a Lima. Quello è stato l’ultimo Superclásico! Proprio così, è passato quasi un anno da quando si è svolto il duello più importante del calcio argentino e non è ancora garantito che nel 2020 riusciranno a sfidarsi di nuovo, a causa della pandemia.

Tuttavia, c’è uno sport che è esploso durante la quarantena perché può essere giocato da casa: gli scacchi! E domani, dalle 8 di sera, ci sarà il SuperClasico. Per la prima volta da 3 anni a questa parte si giocherà un Boca-River sulla scacchiera : 20 rappresentanti dei Millonarios giocheranno contro 20 degli Xeneizes in un duello a squadre. “Boca-River non è mai una amichevole, anche se si gioca a scacchi e rinunciamo a tutto pur di vincerlo”, ha detto Elisa Maggiolo , capitano del Boca degli scacchi. “È sempre una partita speciale, cercheremo di confermare anche a scacchi le nostre ultime vittorie sul campo in Libertadores”, ha spiegato Maximiliano Ginzburg , con la fascia rossa sul petto.

Quelli del River non smentono mai di ricordare ai rivali Boca la Finale Libertadores di Madrid…

Entrambi, oltre che giocatori sono anche insegnanti di scacchi. Tre anni fa il derby a scacchi lo aveva vinto il River. “Quel giorno ho battuto Diego Flores, uno dei migliori giocatori in Argentina. È che sono motivato contro il Boca e mi esibisco meglio, ecco perché i miei cugini mi odiano un pò” ”scherza Maxi , come se fosse Pity Martínez. “Non vogliamo essere al di sotto del River in nessun torneo. Quel SuperClasico di 3 anni fa era stato una rivincita, prima di quel confronto li avevano battuti e abbiamo perso solo di un punto. Anche nella rivalità c’è molta amicizia”, ammette Elisa lato Boca. Lei ha già promesso di mettersi a urlare a casa sua “Questo è il Boca!” se vincono il derby.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy