Asturie, il derby va all’Oviedo che di rigore batte il “favorito” Gijon: le polemiche, però, sono per il prepartita scellerato anti-Covid

Niente en plein per lo Sporting Gijon: primo gol subito in stagione e striscia di vittorie interrotta nella seconda divisione spagnola. Tejera in campo fa trionfare l’Oviedo ma le immagini dei tifosi prima del match sembrano un assembramento tutt’altro che bello da vedere. Anzi, proprio censurabile in tempi di pandemia…

di Emanuele Landi, @lelelandi33
Asturie: il derby tra Oviedo e Gijon

In Italia niente Serie B, causa impegni delle nazionali, mentre in Spagna c’è spazio per LaLiga 2. Il big match della quinta giornata è il derby delle Asturie tra Oviedo e Gijon. Due città separate da 30 chilometri, così unite dalle tradizioni ma così diverse culturalmente tranne quando si parla di calcio. La rivalità inizia nel 1926 per una sfida assai sentita che negli anni ha avuto anche protagonisti illustri. Vince l’Oviedo 1-0 grazie a un centro dal dischetto di Tejera.

La passione è la stessa ma le posizioni in classifica in quest’avvio di stagione così distanti. L’Oviedo vuole allontanarsi dalle zone pericolanti della Liga Smartbank, trovando il primo successo dopo un ko e tre pari nelle prime quattro giornate. Lo Sporting Gijon, di contro, cerca l’en plein (5 vittorie su 5) per provare a guadagnare la testa della classifica superando l’Espanyol. All’Estadio Nuevo Carlos Tartiere di Oviedo ecco il derby che chiude il turno numero 5. L’attesa era tanta e il clima, nonostante serva la prevenzione da Covid-19 era caldo per il derby delle Asturie. Ecco l’accoglienza dei tifosi dell’Oviedo all’arrivo del bus della squadra: un atteggiamento non proprio responsabile di questi tempi.

Partita tesa (con tante occasioni sciupate dagli ospiti) che si stappa al 38′: senza indugi il direttore di gara Alvendiz che assegna il tiro dagli undici metri e Azules in vantaggio su rigore centrale siglato da Tejera. Il suo “sigillo” dal dischetto rappresenta il primo centro in questa stagione. Los Rojiblancos, che subiscono il primo goal in questo campionato, sotto immeritatamente alla fine delle prima frazione ma i derby son così. Nel secondo tempo le emozioni sono sempre meno: girandola di cambi e risultato che non muta visto che il Gijon non riesce mai a impensierire Femenias e compagni. Dopo 6 minuti di recupero nel finale l’Oviedo può esultare ma gli assembramenti del prepartita potrebbero costar caro. Il Gijon si lecca le ferite pensando al sorpasso in vetta sfumato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy