DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

DOPO 17 ANNI...E A FINE STAGIONE IL TURKGUCU SI RITIRERA'...

Birra cara e derby perso: l’amaro ritorno dei tifosi Monaco 1860 all’Olympiastadion…

LOTTE, GERMANY - SEPTEMBER 25: Fans of 1860 Muenchen sing during the 3. Liga match between SC Verl and TSV 1860 München at Frimo Stadion on September 25, 2021 in Lotte, Germany. (Photo by Christof Koepsel/Getty Images)

Nel derby cittadino perso sul campo del Türkgücü, il Monaco 1860 ha offerto una performance che ha lasciato più dubbi che certezze. L'allenatore Michael Köllner sorprende tutti...

Redazione DDD

Era tutto pronto per una serata calcistica memorabile, almeno così sembrava. Per la prima volta in 17 anni, il Monaco 1860 e i suoi fan tornavano all'Olympiastadion di Monaco di Baviera mercoledì sera. Non per giocare contro il Bayern, ma comunque per un derby contro il rivale cittadino Türkgücü, che è in crisi sia dal punto di vista sportivo che finanziario, e che avrebbe potuto essere spinto ancora più a fondo nella crisi con una vittoria. In realtà è accaduto proprio il contrario. Nonostante il forte sostegno degli oltre 8.500 tifosi, la maggior parte dei quali erano vestiti di blu, e che non hanno lasciato che i prezzi rincarati della birra (un boccale analcolico Paulaner veniva servito per cinque euro) rovinassero il loro umore, i leoni hanno giocato male e perso  1-2.

 (Photo by Sebastian Widmann/Getty Images)

Nessuna passione, nessuna idea, nessuna aggressività: la squadra dell'allenatore Michael Köllner ha fatto male in tutte quelle cose che dovrebbero essere ovvie in un duello cittadino questo mercoledì sera. "Sono estremamente deluso", ha ammesso l'allenatore del Löwen dopo la partita ed è stato duro con la sua squadra. Se avesse giocato Stephan Salger, i leoni avrebbero avuto almeno un personaggio in rosa di cui ci si poteva fidare. Il 32enne difensore, che in realtà era un titolare indiscusso sotto Köllner, è tornato dopo aver scontato una squalifica, ma ha dovuto accontentarsi di un posto in panchina. "Non volevamo cambiare nulla", ha spiegato l'allenatore prima del calcio d'inizio. Ma l'ex giocatore di seconda divisione è riconosciuto come leader all'interno della squadra e il suo scoppio di rabbia è stato simbolico quando, dopo il controverso rigore a favore del Türkgücü, si è precipitato in area di rigore dalla panchina e ha affrontato l'arbitro Richard Hempel. Certo, l'azione non era certo particolarmente esemplare. Ma almeno Salger ha mostrato il tipo di fuoco che i suoi compagni avevano cercato invano negli 85 minuti precedenti.

Ebbene, con ogni probabilità, i leoni non avranno la possibilità di vendicarsi del deludente fallimento del derby. Salvo un miracolo, il Türkgücü si ritirerà dal calcio professionistico al più tardi entro la fine della stagione...

tutte le notizie di