Caso Cristiano Bergodi, Craiova primo ma il tecnico italiano: “Mi dimetto, ho dei problemi, sono colpevole”

La partenza di Cristiano Bergodi da Craiova è stata annunciata dal tecnico dopo che la sua squadra ha perso 0-1 in casa, contro il Chindia Târgoviște. Tra le ragioni alla base della decisione del tecnico italiano, forse anche alcuni problemi nella sua vita personale.

di Redazione DDD

Arrabbiato e deluso dopo la seconda sconfitta consecutiva in casa, Cristiano Bergodi ha annunciato la sua partenza, e l’impressione è stata che il tecnico voglia partire per scarsi risultati. Anche se secondo i giornalisti romeni di Fanatik dietro la sua decisione ci sarebbero anche ragioni non legate al calcio. Bergodi è partito per l’Italia ieri e ha i biglietti di ritorno per la metà della prossima settimana, ma è già deciso a non restare con la squadra vice-campione di Romania, che ha già iniziato a cercare un nuovo allenatore.

Cristiano Bergodi (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Cristiano Bergodi sta affrontando difficoltà in famiglia, sua madre è gravemente malata e prima di firmare con l’Università di Craiova, aveva perso il padre. Inoltre, l’allenatore va in Italia anche a visitare i suoi figli. Sono sotto la custodia della madre, una donna dalla quale Bergodi è divorziato. Il tecnico italiano vuole passare un po’ di tempo con i due ragazzi prima di venire a risolvere la sua situazione con il Craiova primo in classifica a quota 24 punti, a pari merito con l’FCSB Bucarest. Di fatto Cristiano Bergodi ha annunciato le sue dimissioni al termine della partita, che la sua squadra ha perso con il punteggio di 0-1 davanti a Chindia Târgoviște, dopo che Daniel Popa ha segnato su rigore contestato dal presidente Sorin Cârțu. L’italiano non ha nemmeno aspettato che passasse la notte della sconfitta e ha dichiarato subito dopo la partita che se ne sarebbe andato: “Vedremo cosa succederà nei prossimi giorni, perché sto pensando di dimettermi. Vedremo. Non siedo in paradiso nonostante i santi. Ho anche dei problemi, si è visto anche nel gioco della squadra. Ripeto, sono colpevole. Nell’intervallo tutta la squadra potrebbe cambiare, ma prima cade l’allenatore. È bello che la squadra sia al primo posto, sono contento per i ragazzi, ma la squadra probabilmente tornerà in campo con qualcun altro, non io. Non lo so, sto ancora pensando, ma probabilmente mi dimetto” , ha detto Bergodi al termine della partita. La situazione non è ancora chiara. È certo, tuttavia, che i dirigenti del Craiova sono molto turbati dopo che l’allenatore è partito alla fine della partita il 6 novembre e hanno già iniziato a cercare sostituti per la panchina.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy