DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio estero

“C’è il virus! Allo stadio non dovete cantare!”: l’ira del premier olandese sui tifosi di Feyenoord e Twente

BERLIN, GERMANY - JULY 09: Dutch Prime Minister Mark Rutte attends a news conference with German Chancellor Angela Merkel (unseen) at the German federal Chancellery on July 09, 2020 in Berlin, Germany. The two leaders spoke about the intended allocation of European Union funds to provide support for European economies harmed by the coronavirus pandemic. (Photo by Adam Berry/Getty Images)

Il primo ministro olandese si è arrabbiato con i tifosi olandesi: Mark Rutte ha criticato coloro che non hanno rispettato la raccomandazione di evitare cori e urla negli stadi, soprattutto durante la partita tra Feyenoord e Twente (1-1)

Redazione DDD

Il primo ministro olandese Mark Rutte ha criticato i tifosi che, lo scorso fine settimana, non hanno rispettato la raccomandazione di evitare canti e urla negli stadi.  "I tifosi devono stare zitti quando sono lì e guardare la partita, niente di più. È una cosa molto stupida, non abbiamo il virus sotto controllo. Le infezioni stanno aumentando di nuovo oggi", ha detto il presidente al canale televisivo "RTL Nieuws ". La partita più controversa è stata Feyenoord-Twente (1-1), in cui si potevano sentire numerose urla, fischi e persino alcuni canti. Sono stati particolarmente evidenti dal minuto 29 del primo tempo, quando Steven Berghuis, capitano del Feyenoord e nazionale olandese, ha pareggiato su rigore.

Rotterdam, Feyenoord e Twente in campo

Il club ha accolto le critiche e un portavoce, Raymond Salomon, ha detto al quotidiano "Algemeen Dagblad" che "dobbiamo chiederci se queste forme di emozione possono essere completamente eliminate in una partita". Tuttavia, ha indicato che indagherà con le autorità locali sulle misure da adottare per evitare che questi incidenti si ripetano. L'attuale protocollo della Royal Netherlands Federation (KNVB in olandese) per prevenire la diffusione del coronavirus consente di occupare circa il 25% della capienza dello stadio, sebbene non renda obbligatorio l'uso di maschere . Lo scorso giugno, il primo ministro Rutte ha chiesto ai fan di usare le trombette e di sussurrare "Evviva!" quando le loro squadre segnano un gol, ma questa raccomandazione non è stata resa obbligatoria nel protocollo KNVB.

Quasi 13.000 tifosi hanno assistito alla partita del Feyenoord, il cui stadio ha una capacità di oltre 51.000 persone, quindi il club inizialmente ha rispettato le limitazioni alla capienza. I Paesi Bassi hanno registrato un aumento significativo delle infezioni da Covid-19 nelle ultime settimane. L'indice di riproduzione o fattore R era 1,38 la scorsa settimana e solo venerdì scorso ci sono stati circa 2.000 infezioni. L'aumento maggiore è stato ad Amsterdam, la capitale, e Rotterdam, la cui squadra di calcio più importante è il Feyenoord.

Potresti esserti perso