Effetto Covid in Premier League: Arsenal costretto a licenziare Gunnersaurus, la storica mascotte

Tempi duri anche per il simpatico dinosauro, da 27 anni al fianco del club londinese

di Redazione DDD

di Marco Alborghetti –

Sono tempi duri per il calcio mondiale, ma ancor più complicati per staff e addetti ai lavori che da sempre si occupano di rendere lo stadio un luogo pieno di gioia e allegria. Purtroppo la chiusura  degli stadi a causa dell’epidemia da covid ha reso superfluo il lavoro delle mascottes, come accaduto a Gunnersaurus, il simpatico dinosauro simbolo dell’Arsenal.

Sempre al loro fianco             

Nel 1993 il piccolo Peter Lovell vinse un concorso per disegnare la nuova mascotte dei Gunners. E così da allora, Jerry Quy, da quasi 60 anni tifosissimo dell’Arsenal, ha interpretato il ruolo del simpatico dinosauro Gunnersaurus. Secondo il Dailymail, pare che Quy in passato abbia pure saltato il matrimonio di suo fratello, pur di dare carica ai suoi idoli durante una partita di Premier League. La crisi da coronavirus avrebbe messo alle strette la società londinese, intenzionata da mesi ha fare qualche taglio del personale, dove l’assenza di pubblico porterà inevitabilmente alla perdita di questo speciale lavoro per Quy.

Un amore incondizionato che rimarrà tale anche fuori dal campo da gioco, ma tifosi grandi e piccoli dei Gunners sperano di poter al più presto tornare a popolare l’Emirates, soprattutto per poter riabbracciare l’amico di mille partite Gunnersaurus.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy