DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

L’EX NAZIONALE AZZURRO NON GIOCA DAL 16 SETTEMBRE COL TRICOLOR

Ex Inter, Eder al San Paolo gioca sempre meno: ipotesi rescissione a fine stagione

Ex Inter, Eder al San Paolo gioca sempre meno: ipotesi rescissione a fine stagione

Il 34enne attaccante è entrato in campo solo tre volte nelle ultime nove partite in cui è stato convocato dal tecnico argentino. Addio a fine 2022 o prima?

Davide Capano

Nonostante abbia un contratto fino alla fine del 2022, il futuro di Eder al San Paolo per la prossima stagione è incerto. L’attaccante, recentemente poco utilizzato da mister Hernán Crespo, vede i suoi spazi diminuire, soprattutto dopo gli arrivi di Emiliano Rigoni e Jonathan Calleri. Quando è arrivato al Tricolor, a fine marzo scorso, l'ex interista è partito col botto. Proprio all’esordio, il 10 aprile scorso, ha realizzato uno dei cinque gol nella vittoria sul São Caetano. Nei prime dieci incontri, quasi tutti partendo dalla panchina, quattro reti realizzate.

Ad un certo punto, Eder ha anche avuto la migliore media gol a partita tra i membri della squadra. Sembrava che avrebbe avuto il posto garantito in avanti, al fianco di Luciano. Le cose però sono cambiate con l’arrivo dell’argentino Rigoni e poi per uno stiramento alla coscia destra a luglio. Il 34enne ha trascorso un mese in cura e durante questo periodo Rigoni ha vissuto uno dei suoi momenti migliori con la maglia del San Paolo (quattro reti in sette gare senza il compagno). Appena rientrato dall’infortunio si pensava che Eder sarebbe tornato titolare per giocare con Rigoni, dato anche Luciano infortunato. Ma non è andata così, perché Crespo ha insistito sul duo Pablo-Rigoni.

Intanto Luciano si è poi ripreso da un problema alla coscia e Eder ha avuto ancora meno occasioni. Da quando è a tornato a disposizione di Crespo il 17 agosto, l’attaccante italo-brasiliano è sceso in campo solo tre volte ed è rimasto in panchina per altre sei. In tutte queste gare, è partito dall’inizio solo una volta: il 16 settembre contro il Fortaleza, in Copa do Brasil. Il giocatore, in campo nei primi 45 minuti, non ha brillato ed è stato sostituito. Da allora non è più stato utilizzato. Senza opportunità, Eder non ha nascosto la sua insoddisfazione allo staff tecnico e alla direzione sportiva, come racconta ge.globo.com.

Pubblicamente, sia Crespo che i dirigenti affermano come sarà ancora importante in questa stagione e dicono di comprendere il sentimento del giocatore. Nonostante questo sostegno, Eder sa che le probabilità possono essere ancora più ridotte quando Calleri sarà fisicamente al 100%. L’attaccante è uno dei più amati dai tifosi e deve giocare con continuità per giustificare lo sforzo fatto dalla società per ingaggiarlo. Oltre a Luciano, Rigoni e Calleri, Eder vede davanti a sé Marquinhos. Nelle ultime due partite il giovane è entrato panchina, a differenza dell’ex Inter, Sampdoria, Cesena, Empoli, Brescia e Frosinone. Lo scenario sfavorevole potrebbe far accorciare il legame di Eder col San Paolo al termine di questa annata. In 23 partite con il Tricolor, il nativo di Lauro Müller ha segnato cinque gol e fornito due assist.

tutte le notizie di