Fumogeni al posto dell’allenamento e corteo senza distanziamento: 1-1 nel derby israeliano fra…Destra e Sinistra

Ieri sera si è giocato uno dei classici del calcio israeliano: Hapoel Tel Aviv-Beitar Jerusalem: 1-1 il risultato finale.

di Redazione DDD

Prima del derby nazionale israeliano contro l’Hapoel Tel Aviv, gli ultras del Beitar, La Familia, si sono radunati al campo di allenamento dei gialloneri (visibile da lontano anche dall’autostrada che dall’aeroporto di Tel Aviv conduce a Gerusalemme) con i fumogeni gialli lanciati in campo fino a inondare completamente il campo, come riporta il profilo Facebook “Il Calcio Israeliano”.

Il corteo pre-derby dei tifosi dell’Hapoel Tel Aviv

Anche a Tel Aviv, il gruppo organizzato “UH99” si è accalcato attorno al campo di allenamento dei biancorossi con un inesistente distanziamento sociale e pochissime mascherine indossate. Giocando in casa, l’Hapoel è stato anche scortato con fumogeni dall’UH99 al Bloomfield, sede dell’incontro. Politicamente era anche la sfida tra una formazione di destra, il Beitar nato come movimento giovanile, e una di sinistra, l’Hapoel come espressione di aggregazione sociale dopolavorista promulgata dal sindacato israeliano. Sul campo. la gara è terminata 1-1 nonostante il vantaggio dell’Hapoel su calcio di rigore segnato dall’onnipresente Omri Altman. A segno per il Beitar il neo acquisto Yarden Shua, ex Maccabi Haifa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy