DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

IL GIAPPONESE CI SARA'

Giappone, Hatate esordisce in Nazionale con il derby di Glasgow in testa: sostituito nell’intervallo

GLASGOW, SCOTLAND - FEBRUARY 02:   Reo Hatate of Celtic celebrates  after scoring his team's second goal during the Cinch Scottish Premiership match between Celtic FC and Rangers FC at  on February 02, 2022 in Glasgow, Scotland. (Photo by Mark Runnacles/Getty Images)

Reo Hatate, 24enne centrocampista del Celtic, giapponese nato a Suzuka e al Celtic da gennaio, è stato sostituito all'intervallo del suo debutto con la maglia della nazionale del Giappone nel pareggio con il Vietnam.

Redazione DDD

Reo Hatate ha giocato per la prima volta con la massima squadra del suo Paese, pochi giorni prima dello scontro Old Firm di domenica. Il centrocampista del Celtic doveva ancora indossare i colori della sua nazione prima di essere scelto per giocare contro il Vietnam nella partita di qualificazione ai Mondiali al Saitama Stadium. Se questo cambio ha preoccupato i tifosi Hoops in vista della sfida di domenica contro i Rangers, saranno sollevati nel sentire che è uscito all'intervallo e che è stato un cambio tattico piuttosto che un infortunio.

 (Photo by Mark Runnacles/Getty Images)

(Photo by Mark Runnacles/Getty Images)

Il derby fra Rangers e Celtic di domenica a Ibrox sarà uno scontro da polveriera che potrebbe essere decisivo per capire dove finirà il titolo di Premiership alla fine della stagione. Ma Hatate sarà in fiducia dopo la sua prima presenza in Nazionale. Hatate ha riflettuto sulla vita a Parkhead, covo del Celtic, da quando si è trasferito a gennaio in Scozia: "All'inizio sentivo di essere in grado di inserirmi in modo molto buono facendo risultati, ma non è stato così facile", ha detto. "Nel frattempo ci sono state diverse difficoltà in termini di condizione fisica e così via. Penso che siano passati due mesi con cose buone e cattive. Sotto il mio attuale allenatore, mi è stato davvero detto di trovare uno spazio, o di trovare una posizione in cui posso essere libero. Ne sono molto consapevole. In primo luogo, l'ambiente è diverso dal Giappone, e le condizioni del campo e il clima sono diversi, quindi ci è voluto molto tempo per abituarsi".

tutte le notizie di