DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

SOSPESA LA VENDITA DEI BIGLIETTI

Gijon, lo Sporting rifiuta i biglietti del derby per “trattamento discriminatorio”

Gijon, lo Sporting rifiuta i biglietti del derby per “trattamento discriminatorio”

I club dei tifosi del Gijon d'accordo con il club

Redazione DDD

In vista del derby delle Asturie sul campo dell'Oviedo di sabato 9 ottobre alle 21, la nota ufficiale dello Sporting Gijon è molto dura: "Lo Sporting ha preso la decisione di non voler gestire e quindi rifiutare i biglietti per la partita della 9' giornata ad Oviedo, perché il dispositivo imposto dalla Delegazione del Governo presuppone un trattamento discriminatorio e sproporzionato nei confronti dei nostri tifosi, costringendoli a viaggiare ore prima della partita e a rimanere nell'impianto sportivo per molto tempo dopo la sua conclusione, soprattutto con le attuali misure sanitarie, quali come l'impossibilità di mangiare e bere negli impianti sportivi. In questo modo, e in accordo con i nostri principali gruppi di tifosi, la registrazione degli abbonati iniziata domenica scorsa viene annullata, lasciandola senza effetto", include il comunicato rilasciato dal club rojiblanco nella giornata di ieri lunedì' 4 ottobre.

L'entità asturiana prevede di essere comunque presente oggi martedì 5 ottobre all'incontro sulla sicurezza con la delegazione del governo nelle Asturie, che intende mantenere lo spostamento della bolla dei tifosi biancorossa dallo stadio El Molinón di Gijon allo stadio Carlos Tartiere di Oviedo, dove sabato alle 21:00 si svolgerà il derby asturiano. L'ente asturiano conclude la sua comunicazione lamentando "profondamente che i suoi abbonati non possano godersi questa partita che è tra i suoi due massimi riferimenti sportivi". Lo Sporting Gijon, che nella sua decisione ha avuto il sostegno dei suoi due gruppi di maggioranza di club di tifosi, ha cancellato la registrazione degli abbonati per le richieste dei quasi 600 biglietti che Oviedo aveva ceduto.

tutte le notizie di