DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

IL PENAROL RINGRAZIA...

Gol e rosso: l’ex Cagliari Pablo Ceppelini decisivo nel Superclásico di Montevideo

Gol e rosso: l’ex Cagliari Pablo Ceppelini decisivo nel Superclásico di Montevideo

Il Superclásico di Montevideo, giocato ieri sera tra Peñarol e Nacional è stato deciso da Pablo Cepellini, 30enne trequartista uruguaiano degli Aurinegros con un passato in Italia…

Redazione DDD

di Sergio Pace -

Ha fatto tutto lui in uno dei derby più affascinanti al mondo. Al Estadio Campeon del Siglo ieri sera si è giocato il Superclásico di Montevideo tra Peñarol e Nacional, gara valevole per la quarta giornata del Campionato di Apertura. L’esito della gara può essere riassunto in un solo nome: Pablo Ceppelini. Il 30enne trequartista uruguaiano degli Aurinegros del tecnico Jose Larriera Dibarboure ha deciso di essere l’assoluto protagonista del derby, prima portando in vantaggio i suoi su rigore al 32’ del primo tempo e poi prendendosi un cartellino rosso otto minuti dopo per un brutto fallo su un avversario. A ristabilire la parità numerica in campo ci ha pensato poi l’ex Novara e Boca Juniors, Emanuel Gigliotti, entrato al 57’ della ripresa ed espulso all’83’ per doppia ammonizione.

Il Peñarol ha saputo gestire il vantaggio fino alla fine, conquistando così la prima vittoria nel Torneo Apertura 2022 e portandosi a quota 4 punti insieme ai rivali del Nacional dopo quattro partite.

EL HOMBRE DEL PARTIDO

El hombre del partido, Pablo Ceppelini, in prestito dai messicani del Cruz Azul, nel gennaio 2011 sbarcò al Cagliari per 2,4 milioni di euro proprio dagli Aurinegros, ereditando la maglia numero 32 di AlessandroMatri. Non una felice esperienza in Sardegna per l’uruguaiano, messo fuori rosa dopo aver ricevuto 3 giornate di squalifica per frasi ingiuriose rivolte all’arbitro in una sfida contro il Torino Primavera. Alla fine saranno solo 9 le presenze con i rossoblù. Nel gennaio 2013 il passaggio in prestito al Lumezzane, squadra allenata dal suo ex allenatore del Cagliari Primavera, Gianluca Festa. Da lì una girandola di trasferimenti, fino a tornare dieci anni dopo al suo Peñarol. Ottimo inizio per Ceppelini in questo Torneo di Apertura con due gol in 4 presenze. E se poi decidi anche il Superclásico di Montevideo, malgrado l’espulsione, c’è ancora più gusto.

tutte le notizie di