DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio estero

Il derby di Belgrado visto da Aleksandar Kolarov: “Conosco tutte le canzoni dei tifosi della Stella Rossa”

BELGRADE, SERBIA - NOVEMBER 17: Aleksandar Kolarov of Serbia looks on prior to the UEFA Nations League C group four match between Serbia and Montenegro at stadium Rajko Mitic on November 17, 2018 in Belgrade, Serbia. (Photo by Srdjan Stevanovic/Getty Images)

La Stella Rossa e il derby di Belgrado sono rimasti nel cuore di Kolarov

Redazione DDD

Belgrado ha due squadre principali, Stella Rossa e Partizan, e la loro rivalità nel cosiddetto Eternal Derby si è trasformata in ostilità nel recente passato. Entrambi i club vantano un seguito enorme e fedele. Aleksandar è dalla parte della Stella Rossa, la società in cui è cresciuto da ragazzo: "Quando ero giovane sognavo di giocare per la Stella Rossa, e forse un giorno lo farò anche se sono vicino ai 35 anni! Andavo a tutte le partite in casa. Conosco tutte le canzoni dei tifosi. Mi unirei nei cori in ogni partita, ma una volta che ho iniziato a giocare professionalmente non potevo più andare in curva. I derby fra Stella Rossa e Partizan erano molto, molto eccitanti. Ora sono teppisti, c'è molta polizia nello stadio, ma anni fa era incredibile vedere certe partite combattute fra le due squadre. Questi problemi esistono in Italia e Spagna e anche in altri paesi,non solo da noi serbi...".

Aleksandar Kolarov

Il fratello Nikola, un difensore centrale di tre anni più anziano di Aleksandar, ha continuato a giocare per due squadre in Bosnia, l'Olimpic Sarajevo nella città che è stato assediata dai cecchini serbi al culmine della guerra, e con la maglia del Borac Banja Luka, un altro nome di spicco nella storia di quel conflitto oscuro. Kolarov dice: "Da quando avevo sette o otto anni, ho sempre voluto giocare per la mia squadra nazionale, e ho lavorato molto, molto duramente. Ora posso dire di aver coronato tutti i miei sogni. Ne è valsa la pena, tutto il duro lavoro. Dalla mia generazione ci sono molti giocatori serbi in Italia, in Inghilterra... nel mio paese, se andavi a scuola forse non trovavi lavoro. studiare. Con lo sport, è facile dirlo, ma puoi fare molto per il tuo paese. Penso che i giocatori che vengono dalla Serbia hanno molta fame di lavorare, di fare qualcosa, perché ognuno di noi ha una storia nella loro vita ".

tutte le notizie di

Potresti esserti perso