Il vero derby è con il Benfica spettatore interessato, ma il Porto cerca il riscatto a Lisbona contro lo Sporting

Classica portoghese domani alle 21.20 allo stadio Josè Alvalade di Lisbona: Sporting Lisbona-Porto, con il Benfica che spera di approfittarne…

di Redazione DDD

Terminato lo stop per il compimento delle partite della Nazionale, il campionato portoghese riprende questo fine settimana con una Classica sempre rovente che mette faccia a faccia Sporting Lisbona e Porto, in un match importante per la quarta giornata. Se da un lato i Dragoes del Porto arrivano allo stadio Alvalade di Lisbona due settimane dopo aver lasciato scappare il Benfica in testa al campionato, quando hanno perso contro il Marítimo (3-2), e dopo le vendite di Alex Telles e del capitano Danilo, i leoni dello Sporting arrivano dopo due vittorie consecutive in campionato, con l’eliminazione dell’Europa League, e con l’assunzione in prestito di João Mário, che nelle ultime partite ha brillato con i bianconeri con due assist magistrali.

Estadio Jose Alvalade (Photo by Octavio Passos/Getty Images)

Con questi numeri in mente, Esporte e Minuto ha parlato con Tonel, ex giocatore di FC Porto e Sporting, che ha sottolineato che in questo tipo di incontro non ci sono favoriti: “Non ci sono favoriti per questa partita perché ci sono troppi vincoli. Innanzitutto non avere pubblico, cosa che va avanti da tempo, poi il fatto che i giocatori siano stati in Nazionale e non si allenino da dieci giorni con il club, non sapendo in quale stato fisico e mentale arrivano, perché alcuni hanno giocato molto e altri hanno giocato poco, c’è ancora l’integrazione dei nuovi giocatori che sono arrivati ​​e questo ha una sua influenza, perché noi da fuori non sappiamo come si siano integrati e allenati né al Porto né allo Sporting. Quindi ci sono troppe incognite, e c’è ancora il fatto che due giocatori del Porto, Uribe e Luis Diaz, che a priori, non sanno se giocheranno, ma credo che giocheranno. Se era già complicato attribuire favoritismi, con queste condizioni tutto sarà in equilibrio nella partita”, ha esordito l’ex nazionale portoghese in una conversazione con Esporte ao Minuto , sottolineando che la partita può essere risolta da episodi, palle inattive o guizzi veloci.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy