Joan Angel Romàn, quando il cartone animato ti lascia il segno: “Da oggi sono Goku”

Dragon Ball ha ispirato lo spagnolo sceso nella Serie B polacca

di Giancarlo Fusco

Non riesci a far parlare il Mondo del calcio grazie alle tue prestazioni sportive? Beh puoi arrivare a tutti anche grazie ad azioni extra-calcistiche. Questo è ciò che ha fatto Joan Angel Romàn, 27enne centrocampista spagnolo che ha sfiorato il calcio che conta grazie al Manchester City e al Barcellona. Il classe ’93 ha, infatti, respirato l’aria che tirava in Premier League e in Liga avendo giocato nelle giovanili dei due club in questione, ma soprattutto avendo giocato nel Villarreal nella stagione 2013/2014, quando il suo sogno è, praticamente, diventato realtà.

Di lui, fino a qualche anno fa, si diceva che avrebbe potuto giocare tranquillamente nel calcio dei grandi. Poi… pian piano la sua luce si è eclissata fino a far perdere le tracce di se. Risultato? Ad oggi Joan Angel Romàn gioca nella Serie B polacca con il Miedz Legnica.

Il 27enne spagnolo, che in carriera ha rappresentato anche la sua Nazione con l’Under 17 e con l’Under 19, ha deciso di cambiare nome in onore del suo Manga preferito, Dragon Ball. Da qualche giorno, infatti, si chiama Goku con l’annuncio che è arrivato attraverso il suo profilo ufficiale Instagram dove ha scritto: “Ora sono Goku. Sono grato a Joan per tutto quello che ho vissuto. Il positivo e gli insegnamenti che mi ha lasciato, ma ora sono Goku. Ho scelto questo nome perché mi sento identificato con i valori che per me rappresenta: perseveranza, empatia, crescere di fronte agli ostacoli, luce e positività. Chiedo solo rispetto, come mi stanno già dimostrando tante persone”.

Una decisione, quella presa da Joan Angel Romàn, più bizzarra che anomala ma che fa capire quanto i calciatori prima di ogni altra cosa sono essere umani, con tutti i pro e i contro che da esso ne possono conseguire.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy