DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

ACQUA PASSATA MA MOMENTI DELICATI

Siviglia, Jordan: “Dopo il colpo subìto nel derby è stata dura, anche per la mia famiglia”

CADIZ, SPAIN - JANUARY 03: Joan Jordan of Sevilla reacts during the LaLiga Santander match between Cadiz CF and Sevilla FC at Estadio Nuevo Mirandilla on January 03, 2022 in Cadiz, Spain. (Photo by Fran Santiago/Getty Images)

Joan Jordán ha analizzato l'attualità del Siviglia. Oltre al suo recente rinnovo, ha commentato la polemica del derby contro il Betis, assicurando che si tratta di una questione passata.

Redazione DDD

Joan Jordan è stato nell'occhio del ciclone nelle ultime settimane. Dal derby di Siviglia in cui è stato colpito con un bastone, si è parlato molto di questa situazione. Il centrocampista ha deciso di voltare pagina durante un'intervista a Marca: "Ho detto che non avrei più parlato e che non parlerò più, ma due giorni dopo ho voltato pagina. Dopo la sconfitta è arrivato di tutto contro di me. Sono stati tempi molto difficili per me e la mia famiglia. Devo e voglio pensare ad altro, abbiamo avuto un periodo di partite molto importanti in cui stiamo giocando molto perché siamo in una posizione di classifica molto bella", ha assicurato.

 (Photo by David Ramos/Getty Images)

(Photo by David Ramos/Getty Images)

Una confessione a cuore aperto: "Mi sono detto: Joan, non puoi permetterti di restare dentro questo problema, devi continuare, la tua famiglia ha diritto di vederti sereno. Ho detto alla mia famiglia che dovevo allenarmi con una faccia migliore. Il problema che è successo in copa del Rey e le polemiche sulla mia uscita dal campo facevano male, ma basta. È archiviato, è lì e devo continuare", ha continuato .

Ha anche spiegato il motivo di un rinnovo così lungo, fino al 2027: "Il club mi ha trasmesso cose molto positive. C'è voluto un po' di tempo, ma vogliono che sia una persona importante all'interno del club. L'ho apprezzato. Ci siamo sentiti molto, mi piace. Mi sento molto identificato con il club, i tifosi, il modo di vivere quotidiano, i valori del club e mi sento uno degli altri. Non avevo voglia di andarmene. E quel lungo contratto mi fa avere ancora più responsabilità e devo dare di più di me stesso".

tutte le notizie di