DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

IL LEEDS PER I DIRITTI UMANI DELLE ATLETE

Le giocatrici afghane ancora in Pakistan: il Leeds le vuole accogliere e aiutare

LEEDS, ENGLAND - SEPTEMBER 12: A general view outside the stadium as fans enjoy the pre-match atmosphere prior to the Premier League match between Leeds United  and Liverpool at Elland Road on September 12, 2021 in Leeds, England. (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

I bianchi del Leeds, insieme all'ente benefico Football for Peace e alla società ROKiT, hanno scritto al premier Boris Johnson mentre cercano i visti per i rifugiati

Redazione DDD

Il Leeds United spera di offrire rifugio alla squadra di calcio femminile afghana come parte di uno sforzo umanitario volto ad aiutare quest'ultima a evitare la persecuzione dei talebani in patria. La squadra di 32 giocatori, completa di allenatori e famiglie, è attualmente in Pakistan per un breve soggiorno, ma dovrebbe affrontare gravi restrizioni nel proprio paese d'origine se dovesse tornare.

 Andrea Radrizzani (Photo by George Wood/Getty Images)

Il fondatore di Football for Peace Kashif Siddiqi, un ex nazionale pakistano, ha dichiarato: "La corsa è aperta per trovare loro un rifugio sicuro permanente". Il presidente del Leeds Andrea Radrizzani ha aggiunto il suo sostegno, affermando che il club è pronto e in attesa di "dare alle ragazze un futuro prospero e pacifico". I mezzi di sussistenza di donne e ragazze in Afghanistan sono stati gravemente compromessi dal ritorno al potere dei talebani negli ultimi mesi.

Il movimento, che in precedenza controllava il paese tra il 1996 e il 2001 prima della guerra in Afghanistan, ha posto fine a un esodo di due decenni in seguito al ritiro delle forze straniere. La loro pratica rigorosa di una forma di legge della Sharia ha posto restrizioni alle libertà femminili in tutto il paese, negando a molte l'istruzione e riducendo al minimo i mezzi di sussistenza.

tutte le notizie di