Le Havre, derby normanno a porte chiuse: anche Caen vuole essere capitale “Faremo come se fossimo a casa nostra”

Sabato in Ligue 2 il derby de la Normandie fra Le Havre e Caen

di Redazione DDD

La rivalità tra le città della Normandia e Le Havre è dovuta alla loro vicinanza, ma non solo: sul piano politico, Caen e Le Havre si battono per un riconoscimento più forte, in particolare nell’ambito del progetto di riunificazione della Normandia, la cui scelta della capitale è una questione spinosa. Le Havre è la città più grande della Normandia in termini di popolazione (davanti a Caen e Rouen), e grazie al suo nuovo porto (il più importante in Francia in termini di commercio estero) sta guadagnando attrattiva e popolarità. Mentre Rouen è la capitale storica della Normandia, ricca di storia e monumenti, ma la sua squadra di calcio è scesa in Terza Divisione. In Ligue 2 sono rimaste, e si affrontano sabato nel derby, il Le Havre quarto in classifica con 17 punti e il Caen terzo a quota 16.

Fin dalla sua comparsa ai massimi livelli negli anni ’80, il rivale regionale del Caen è stato proprio il Le Havre, a cento chilometri di distanza. La storica rivalità racconta che le due squadre normanne si incontrarono in particolare in più occasioni nel campionato Normandy Division of Honor negli anni ’20, poi in Division 2 tra il 1934 e il 1938. Caen e Le Havre si sono incontrati più frequentemente dagli anni ’70, quando i due club si sono stabilizzati in Division 2. Nella prima divisione, le due squadre si sono affrontate dodici volte in partite ufficiali tra il 1991 e il 2009. Il bilancio è di 6 vittorie Caen e 1 vittoria Le Havre. Dal 1970 e tutte le competizioni di lega combinate (campionato di lega e Coupe de la Ligue), il bilancio delle 32 partite nel complesso è invece di 10 vittorie Le Havre e 12 vittorie Caen.

Sabato, l’undicesima giornata di Ligue 2 si aprirà proprio con un derby tra Le Havre e Caen. Un incontro sempre atteso tra le due formazioni, ma che si svolgerà in uno stadio Océane a porte chiuse. Difficile, in queste condizioni, respirare il vero e proprio clima derby. Il centrocampista del Caen, il 32enne congolese Prince Oniangué, vuole vedere la sua squadra imporre il suo gioco ai rivali: “Il fatto di giocare un derby è eccezionale. Ci prepareremo bene per la partita, abbiamo bisogno di punti in questo fine settimana. Giocheremo tranquillamente nello stadio degli avversari. Faremo come se stessimo giocando in casa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy