DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

CALENDARIO SCOZZESE TROPPO INTASATO

Nuovo rinvio per il derby di Glasgow? Troppe assenze e se ci saranno restrizioni anche a febbraio…

GLASGOW, SCOTLAND - DECEMBER 09: Celtic fans during the UEFA Europa League group G match between Celtic FC and Real Betis at Celtic Park on December 09, 2021 in Glasgow, Scotland. (Photo by Ian MacNicol/Getty Images)

La Premier scozzese preme per giocare, in caso contrario la fine del campionato potrebbe essere "anticipata" come nel 2020...

Redazione DDD

L'Old Firm Derby del Celtic con i Rangers, già spostato da inizio gennaio al 2 febbraio, potrebbe essere rinviato ancora con il Celtic che probabilmente sarà senza cinque giocatori a causa degli impegni delle Nazionali. I rivali di Glasgow avrebbero dovuto scontrarsi il 2 gennaio, ma dopo la decisione del Primo Ministro Nicola Sturgeon di limitare le presenze a 500 tifosi, i club della Premiership hanno votato a favore della scelta di anticipare la pausa invernale. In campo dunque il 2 febbraio, solo 24 ore dopo che l'Arabia Saudita con il Giappone e l'Australia con l'Oman saranno scese in campo nelle qualificazioni per la Coppa del Mondo. Cosa che a seconda delle linee guida di viaggio di Covid, potrebbe lasciare il manager del Celtic Ange Postecoglou senza diversi giocatori chiave, come il centrocampista Tom Rogic e l'attaccante Kyogo Furuhashi. Entrambi i giocatori mancheranno quasi sicuramente il secondo scontro Old Firm della stagione, con i nuovi acquisti Daizen Maeda, Yosuke Ideguchi e Reo Hatate a loro volta in linea per le convocazioni internazionali. “E' una partita del Mondiale, quindi non ci sono trattative. Siamo obbligati a rilasciarli e lo faremo”, ha dichiarato Postecoglu.

 (Photo by Jasper Juinen/Getty Images)

I Rangers, contrari alla decisione di anticipare la chiusura di gennaio, probabilmente non avranno il centrocampista Joe Aribo, che è stato selezionato dalla Nigeria per giocare la Coppa d'Africa. Tuttavia, il manager Giovanni van Bronckhorst avrà Leon Balogun e Calvin Bassey disponibili dopo che entrambi i giocatori hanno abbandonato la squadra delle Super Eagles per il torneo africano. La Regola G7 della Scottish Premier Football League afferma: “Un club ha il diritto di richiedere al consiglio direttivo il rinvio di qualsiasi incontro ufficiale qualora tre o più dei suoi giocatori che avrebbero altrimenti partecipato a tale incontro non siano disponibili attraverso la selezione internazionale e, a seguito del ricevimento di tale richiesta, il consiglio di amministrazione può posticipare e riorganizzare la relativa gara ufficiale in conformità con la Regola G3”.

L'amministratore delegato Neil Doncaster in precedenza aveva insistito sul fatto che qualsiasi ulteriore interruzione del calendario delle partite avrebbe potuto portare a una nuova riduzione della stagione della massima serie: “Non c'è assolutamente più margine di manovra nel calendario e qualunque sia la situazione nel nuovo anno, dobbiamo semplicemente giocare queste partite. Se non possiamo, corriamo il rischio reale di trovarci nella stessa situazione in cui eravamo due anni fa con potenziali riduzioni del calendario e delle partite". I tifosi del Celtic, sui social, sembrano arrendersi al fatto che la Premier scozzese sapesse che il 2 febbraio ci sarebbero state delle assenze, quindi il 2 febbraio bisognerà giocare pur avendo il diritto di chiedere il rinvio per le numerose assenze. Resterà poi da vedere se il 2 febbraio, Omicron consentirà ai tifosi del derby di Glasgow di essere presenti allo stadio in più di 500...

tutte le notizie di