DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

AHI CHE DOLORE CONTRO IL LIVERPOOL...

Ora il pene è ok, Chalobah: la sorpresa del Chelsea con i derby di Londra scritti nel suo destino…

LONDON, ENGLAND - JANUARY 02: Trevoh Chalobah of Chelsea battles for possession with Sadio Mane of Liverpool during the Premier League match between Chelsea and Liverpool at Stamford Bridge on January 02, 2022 in London, England. (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

Parla Trevoh Chalobah, che nel mese di marzo si è dovuto sottopore ad un “intervento chirurgico” nello spogliatoio di Wembley per ricucire il suo il suo pene.

Redazione DDD

Quella di Trevoh Chalobah, sorpresa e rivelazione del Chelsea nella stagione in corso, è una delle storie più interessanti di questa Champions League. A inizio stagione è stata una sorpresa per tutti, incluso lo stesso Chalobah, vedere il suo nome nell’11 titolare che ad agosto ha affrontato il Villarreal per aggiudicarsi la Supercoppa Europea.

 (Photo by Julian Finney/Getty Images)

(Photo by Julian Finney/Getty Images)

“Quando sono rientrato dal prestito, l’allenatore già mi conosceva, dato che mi aveva visto in Ligue 1, quando lui era a Parigi – racconta Trevoh in un’intervista concessa a OneFootball -. Avevo giocato già più di 100 partite, quindi sapeva che avevo accumulato abbastanza esperienza. Avevo solo bisogno di un’opportunità, ero pronto”. “Abbiamo fatto la riunione in cui viene annunciata la lista dei convocati: ho visto il mio nome, ero felicissimo. Ho chiamato, mio papà e il mio agente per comunicarlo. Ho detto loro che probabilmente sarei andato in tribuna, ma mi hanno detto di avere fede”.

“Nella riunione due ore prima della partita partita, ho scoperto che sarei stato schierato da titolare. Ero sorpreso, ma allo stesso tempo felice e nervoso. Sarebbe stata la mia prima finale Uefa da giocatore del Chelsea: ero eccitato per la partita, volevo fare una buona impressione e vincere il trofeo. Alla fine ci siamo riusciti e per me è stato un modo incredibile di iniziare la stagione”. L’ottima prestazione di Chalobah a Belfast l’ha portato a fare il tanto atteso esordio in Premier League, nella giornata inaugurale della stagione 2021/22. E proprio all’esordio, ha segnato un bel gol nella vittoria per 3-0 contro il Crystal Palace. Un sogno che diventa realtà per il giovane nato in Sierra Leone e cresciuto nel distretto londinese di Lambeth insieme a suo fratello Nathaniel, ex Chelsea e Napoli, ora in forza al Fulham.

“Il quartiere in cui sono sono cresciuto si chiama Gipsy Hill e il calcio è molto sentito”, racconta Trevoh. “C’era una gabbia in cui andavamo a giocare. Il mio fratello maggiore Nathaniel e i ragazzi più grandi del quartiere organizzavano partite e tornei. L’età non contava: c’erano ragazzi giovani e altri più grandi… l’intera comunità si trovava e passava ore insieme giocando a pallone”. “Mio fratello giocò contro il Chelsea quando era nelle giovanili del Fulham. Dopo quella partita, fu chiamato dai Blues. In quel momento iniziai a crederci ancora di più. Ricordo che alcune settimane più tardi il Chelsea cercò anche me… ‘Oh, wow’, pensai”.

 

tutte le notizie di