Parlano le cugine islandesi finite nel ritiro dell’Inghilterra: “Non sapevamo che i ragazzi fossero in quarantena”

Parlano le cugine islandesi finite nel ritiro dell’Inghilterra: “Non sapevamo che i ragazzi fossero in quarantena”

La spiegazione delle donne che hanno visitato Greenwood e Foden: “Non sapevamo che fossero in quarantena”, hanno assicurato le islandesi che si sono recate nell’albergo dove si trovavano i giocatori della Nazionale inglese

di Redazione DDD

Dopo che Mason Greenwood e Phil Foden sono stati congedati dalla squadra inglese dopo che è stato scoperto che erano stati visitati da due donne islandesi nell’hotel dove era in corso il ritiro, le due cugine coinvolte hanno rotto il silenzio: ” Non sapevamo che fossero in quarantena. Mi dispiace molto per loro, non ho mai voluto metterli in quella posizione. Ma non sapevamo che fossero in quarantena, altrimenti non saremmo andate”, ha spiegato in un dialogo con Mail Online la modella Nadia Sif Lindal Gunnarsdottir, che ha frequentato l’albergo insieme alla cugina Lara Clausen.

Le due cugine islandesi

Non solo: “E ‘stata una buona notte quella che abbiamo trascorso, Noi quattro abbiamo passato del tempo insieme per conoscerci l’un l’altro. Erano bravi ragazzi, davvero molto bello”, ha aggiunto la modella, che ha anche spiegato che avevano incontrato i due giocatori “on-line”, prima della loro trasferta. La verità è che, nonostante i chiarimenti, Greenwood e Foden sono stati esclusi dalla convocazione dell’allenatore Gareth Southagate e, nonostante abbiano partecipato al match contro l’Islanda per la Nations League, martedì non saranno presenti contro la Danimarca .

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy