DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

IL FUTURO E' ADESSO

Scott Brown lascia l’Aberdeen: l’ex Celtic pronto alla carriera di allenatore

GLASGOW, SCOTLAND - SEPTEMBER 01: Celtic captain Scott Brown interacts with Alfredo Morelos of Rangers during the Ladbrokes Premiership match between Rangers and Celtic at Ibrox Stadium on September 01, 2019 in Glasgow, Scotland. (Photo by Ian MacNicol/Getty Images)

Il 36enne centrocampista, ex capitano del Celtic, lascia l’Aberdeen dopo nove mesi. Ecco il motivo…

Redazione DDD

di Sergio Pace -

Una vita calcistica al Celtic, divenendo uno dei giocatori più rappresentativi della Nazionale scozzese. Ora a 36 anni Scott Brown ha detto stop al calcio giocato per concentrarsi sulla sua formazione come allenatore. Di grande temperamento in campo, il grintoso e duttile centrocampista, dopo gli inizi nell’Hibernian, ha trascorso quattordici anni nel Celtic, con cui ha conquistato 10 campionati (9 consecutivi dal 2012 al 2020), 6 Coppe di Scozia e 7 Supercoppe di Scozia. Con i Celts anche sei partecipazioni in Champions League e nove in Europa League.

L’estate scorsa il passaggio all’Aberdeen in veste di giocatore-allenatore. Con i Dons, con cui ha firmato un contratto biennale, in campionato ha collezionato 24 presenze con 2 reti e 1 assist.

Ma, dopo soli nove mesi, Brown ha deciso di concentrarsi solo ed esclusivamente nello studio e nella formazione per diventare un allenatore. Queste le sue parole raccolte da Sky Sports: “Vorrei cogliere questa opportunità per ringraziare in primo luogo il consiglio di Aberdeen e, naturalmente, Stephen Glass e il suo staff dietro le quinte per avermi dato l'opportunità di godermi il mio primo assaggio di coaching”. Prosegue il centrocampista: "Vorrei anche ringraziare tutti i miei compagni di squadra e l'ottimo staff sia a Cormack Park che a Pittodrie. So di essere stato solo nel nord est per un breve periodo, ma i tifosi mi hanno fatto sentire il benvenuto fin dal primo giorno, quindi il mio ringraziamento va anche a loro per avermi mostrato così tanto supporto”. Conclude il capitano dei Dons: "L'Aberdeen è un club enorme e so che c'è una vera determinazione da parte di tutti per ottenere il successo sia dentro che fuori dal campo. Auguro loro tutto il meglio per il resto della stagione".

tutte le notizie di