DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

OCCASIONE GHIOTTA

Strama, l’occasione è ghiotta: domani in palio il primo trofeo alla guida dell’Al-Gharafa

Strama, l’occasione è ghiotta: domani in palio il primo trofeo alla guida dell’Al-Gharafa

In Qatar dalla scorsa estate, l’ex tecnico di Inter e Udinese ha la possibilità di alzare domani il primo trofeo con l’Al-Gharafa…

Redazione DDD

di Sergio Pace -

La finale è dietro l’angolo. Domani è l’occasione per Andrea Stramaccioni di alzare il primo trofeo alla guida dell’Al-Gharafa nella finale della Coppa dell’Emiro. Per il 46enne ex tecnico di Inter e Udinese si potrebbe trattare del primo trofeo in assoluto da allenatore, dopo aver vinto campionati a livello giovanile nella Roma e la NextGen Series con l’Inter nel 2012. Di fronte domani l’Al Duhail del 60enne ex tecnico dello Shakhtar Donetsk, il portoghese Luis Castro. L’avversario in campo più conosciuto a livello internazionale è il 33enne difensore belga Toby Alderweireld, ex Ajax, Atletico Madrid e Tottenham, sbarcato in Qatar in estate.

Dopo aver eliminato in semifinale l’Al-Wakrah per 4-1, ora i Ghepardi di Doha vogliono arrivare fino in fondo e sollevare quella che potrebbe essere l’ottava Coppa dell’Emiro del Qatar per il club gialloblù. Stramaccioni (fin qui 15 vittorie, 5 pareggi e 13 sconfitte in 33 gare totali) si affida in campo al fiuto del gol dell’ex attaccante del Benevento, Cheick Diabaté, già 17 reti messe a segno da settembre, alla classe del trequartista algerino Sofiane Hanni, ex Anderlecht e Spartak Mosca, e al contributo prezioso in mezzo al campo del numero 10 Gabriel Pires, in prestito dal Benfica, con un passato in Italia tra Juventus, Pescara e Livorno. Appuntamento a domani. Gli Al Fuhud dell’Al-Gharafa proveranno a regalare la prima gioia a Stramaccioni.

tutte le notizie di