Tottenham, Berbatov: “La crisi non è colpa di Mourinho, sono i giocatori che giocano per se stessi e non per la squadra”

Tottenham, Berbatov: “La crisi non è colpa di Mourinho, sono i giocatori che giocano per se stessi e non per la squadra”

Spurs, l’atto d’accusa di Dimitar Berbatov

di Redazione DDD

Jose Mourinho non merita di essere giudicato in questa stagione, afferma l’ex star del Tottenham Dimitar Berbatov, secondo cui lo Special Mourinho dovrebbe avere molto più tempo per lavorare con i giocatori ereditati da Mauricio Pochettino e almeno una finestra di trasferimento per iniziare a plasmare la sua squadra nella forma che desidera. Il tecnico 57enne ha affrontato una serie di pesanti critiche nelle ultime settimane dopo che Spurs ha subito un vero calo della forma. Il Tottenham  aveva iniziato abbastanza bene sotto la guida del portoghese dopo aver sostituito il popolare Pochettino a novembre, con sei vittorie in nove partite in tutte le competizioni.

Berbatov nel marzo 2019, in campo contro le glorie dell’Inter

Ma dalla fine di dicembre in poi lo score è cambiato: solo cinque vittorie, con quattro sconfitte e due pareggi nelle ultime sei partite, eliminati dalla Champions League nell’ultima tappa degli ottavi di finale dal Lipsia e dalla Coppa d’Inghilterra ai rigori contro il Norwich.Le speranze di un quarto posto sono state ostacolate anche dalle sconfitte contro Chelsea e Wolves, e dal pareggio contro il Burnley solo tre mesi dopo che Spurs aveva battuto la squadra di Sean Dyche per 5-0. Ci sono stati fattori attenuanti, ovviamente, con Harry Kane lungodegente dopo che si è rotto un tendine del tendine del ginocchio sinistro durante una sconfitta per 1-0 a Southampton il giorno di Capodanno. E Heung-min Son, la sua prima alterrnativa, è scomparso dopo essersi fratturato il braccio destro contro l’Aston Villa il mese scorso.

Ciò non è bastato a spegnere i riflettori della critica puntati su Mourinho. Berbatov pensa che sia ingiusto: “Le cose erano andate male con Mauricio Pochettino, chiunque poteva vederlo, e ho pensato che Jose Mourinho fosse una buona scelta per sostituirlo. Il Tottenham non è tornato indietro. Qualsiasi allenatore merita un’intera stagione per plasmare i suoi giocatori e attuare la sua filosofia. Gli Spurs stanno attraversando un periodo difficile, ma Mourinho dovrebbe essere giudicato nella prossima stagione al club.”

Invece di dare la colpa ai guai di Spurs ai piedi di Mourinho, Berbatov mette in discussione il ruolo della sua squadra nella crisi: “I giocatori impiegano del tempo per adattarsi a un nuovo manager, soprattutto quando è uno con uno stile diverso dal suo predecessore. Occasionalmente, ho la sensazione che alcuni giocatori non stiano giocando per la squadra e che stiano cercando di ottenere la gloria per se stessi. Ciò può rovinare le possibilità di riprendersi. Mourinho dovrebbe spingere il presidente Daniel Levy a liberare alcuni fondi in estate per iniziare la ricostruzione”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy