DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio estero

Ucraina, Dinamo-Shakhtar è diventato il derby di Lucescu, ma Mircea divaga: “Il Tiki-taka lo ha fondato la Romania del 1970”

Tifosi della Dinamo Kiev infuriati per il loro nuovo allenatore che ha guidato per anni i rivali dello Shakhtar Donetsk, ma nella sua ultima intervista Mircea Lucescu tratta temi storici...

Redazione DDD

Il nuovo allenatore della Dinamo Kiev, Mircea Lucescu, ha detto la sua sullo storico Tiki-taka divenuto negli anno il simbolo, il marchio di fabbrica, del Barcellona. Tutto questo dopo che il presidente del club della capitale ucraina, Igor Surkis, ha annunciato che il rumeno ha firmato un contratto di due anni con il diritto di prorogarlo per un altro e riceverà uno stipendio stagionale di 3 milioni di euro. La notizia ha sorpreso i tifosi della Dinamo Kiev, a causa del passato di Mircea Lucescu guida tecnica dei rivali dello Shakhtar Donetsk, che hanno minacciato il rumeno fin dalle prime ore.

Prima di iniziare a lavorare in Ucraina, Mircea Lucescu ha rilasciato una lunga intervista ai francesi di sofoot.com, rivelando che il Barcellona non ha inventato il Tiki-taka, e che questo stile è stato usato per la prima volta in Romania. "Verso la fine degli anni '60, l'allenatore della nostra squadra nazionale, Angelo Niculescu, fece una dichiarazione. Non eravamo né veloci, né aggressivi, né diretti, non avevamo queste qualità. Ma noi rumeni eravamo maestri nell'arte di far girare la palla", ha dichiarato "Il Luce". "Era qualcosa di innato, come gli spagnoli, i portoghesi o gli italiani. E poi, Niculescu ha deciso che dovevamo dettare il ritmo sul campo e abbiamo creato questo stile che consiste in numerosi passaggi, costruendo da dietro, cambiando frequentemente l'orientamento del gioco" , ha continuato il tecnico. "È diventato una caratteristica del nostro gioco come si è visto in seguito. È in pratica lo stile precursore del Tiki-taka, possiamo dire che la Romania '70 è all'origine del gioco del Barcellona " , ha affermato Lucescu. Nonostante tra una settimana compirà 75 anni, Mircea Lucescu rimane uno dei tecnici più quottati. Lo stipendio di tre milioni di euro che riceverà alla Dinamo Kiev lo porta in cima alla classifica degli allenatori rumeni meglio pagati del momento.

Potresti esserti perso