DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio estero

Un derby per vecchi: senza pubblico e senza automatismi, in Siviglia-Betis conteranno i tanti giocatori esperti

Countdown derby a Siviglia: in campo l'11 giugno

Quasi 28 anni: è l'eta media si Siviglia e Betis. Nel Betis c'è anche il "nonno" del campionato

Redazione DDD

Il conto alla rovescia è stato attivato. Restano meno di due settimane per la ripartenza della Liga con il miglior derby per riprendere a giocare: Sevilla-Betis. Sarà senza la sua essenza, senza l'atmosfera che la caratterizza, ma con l'emozione e i nervi di sempre, perché c'è molto in palio. A Nervión (nel Siviglia) hanno bisogno di una vittoria in casa nella loro lotta per la Champions League, mentre il Betis ha bisogno di un tratto finale quasi perfetto che includa la conquista del derby per non dire addio alle proprie opzioni per qualificarsi per l'Europa League. Il duello arriva dopo una lunga pausa, più lunga del previsto, che aumenta ancora di più, se possibile, la difficoltà di fare una previsione, perché fino a quando la palla non viene messa in gioco, non si saprà come arrivano le squadre a questo appuntamento. Non sorprende che il piano fisico sarà vitale nello sviluppo della partita, ma anche altre variabili come il funzionamento degli automatismi, la comprensione dopo sessioni di allenamento non convenzionali e, naturalmente, il fattore mentale .

Saper gestire situazioni diverse, gestire il silenzio sugli spalti, comunicare così a lungo senza giocare insieme. Ecco perché il veterano, il giocatore esperto, acquisirà importanza in un derby in cui l'esperienza sarà un fattore, dal momento che entrambi ce l'hanno nei loro modelli. Non sorprende che sia Siviglia che Betis abbiano un'età media di oltre 27 anni: per la precisione 27,9 per il Siviglia e 27,7 per il Betis. Questa longevità è dovuta al fatto che lo staff di Eduaro Dato ha fino a sette calciatori trentenni, mentre a Betis ce ne sono un totale di sei, in entrambi i casi con un peso specifico nella squadra. In effetti, a Siviglia quattro di essi fanno parte della colonna vertebrale: Vaclik (31), Jesús Navas (34), Fernando (32) e Banega (31). Nel frattempo, nel Betis , il loro leader è diventato nonno della Liga dopo il ritiro di Aduriz. Joaquín Sánchez, 38 anni, è un riferimento nella squadra di Rubi, come secondo capocannoniere con 10 gol. Seguito in età da Guardado (33). Insomma, un derby che, a differenza del paese dei Coen Brothers, è per "vecchi".

tutte le notizie di

Potresti esserti perso